La Prefettura di Bergamo: "Sì, si può andare a fare la spesa nei comuni vicini" - BergamoNews
Covid 19 - fase 2

La Prefettura di Bergamo: “Sì, si può andare a fare la spesa nei comuni vicini”

È possibile fare la spesa in un Comune diverso da quello in cui si abita? È una delle domande più frequenti che ci vengono rivolte. Sì, è possibile purché si resti in Lombardia.

Si può andare a fare la spesa fuori comune? È possibile fare la spesa in un Comune diverso da quello in cui si abita? Sono due domande che da lunedì 4 maggio sono diventate un tormentone e scatenano grandi discussioni sul Web.

Alcune risposte si possono trovare su questo sito “Fase 2” – Domande frequenti sulle misure adottate dal Governo. 

Si può uscire per acquistare beni diversi da quelli alimentari?
Sì, ma solo per acquistare prodotti rientranti nelle categorie di generi di cui è ammessa la vendita, espressamente previste dal Dpcm 26 aprile 2020, la cui lista è disponibile a questo link (clicca e leggi qui).

Dalla Prefettura di Bergamo arriva una puntualizzazione ufficiosa.

“Fermo restando che il principio è ridurre gli spostamenti per evitare il contagio e non disperdere i sacrifici delle settimane scorse, si può andare nel comune vicino dove posso trovare generi alimentari di prima necessità che non trovo nel mio comune. Il limite territoriale del comune è caduto, resta quello regionale. C’è da evidenziare però che non sarebbe logico partire da Bergamo per andare a Pavia a fare compere o acquisti. Si consiglia vivamente di fare spese nei comuni più vicini o sul tragitto che portano da casa al posto di lavoro”.

“Dal quattro maggio i cittadini possono spostarsi per necessità, motivi di lavoro e di salute – specifica Gabriella Messina, comandante della polizia locale di Bergamo -. Fare la spesa rientra nella prima motivazione. Non c’è più il limite territoriale del comune, quindi si può andare a fare la spesa fuori dal proprio comune di residenza. Raccomandiamo sempre di utilizzare il buon senso per evitare inutili spostamenti, di mantenere le distanze di sicurezza, di utilizzare i guanti e la mascherina ed evitare assembramenti”.

leggi anche
  • Dal 4 maggio
    È iniziata la fase 2 con tante paure e tante domande
    Fase 2 in provincia
  • I numeri
    Trasporto aereo affossato dal Covid: a Orio a marzo solo 100 mila passeggeri, -90%
    Arrivano altri medici all'aeroporto di Orio
  • Via libera dal consiglio
    Regione Lombardia, 3 miliardi per il rilancio: alla Bergamasca 52 milioni
    consiglio regionale coronavirus
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it