Quantcast
Coronavirus, bus turistici in Lombardia: "8mila impiegati fermi e senza futuro" - BergamoNews
Il settore

Coronavirus, bus turistici in Lombardia: “8mila impiegati fermi e senza futuro”

I numeri della crisi: "600 milioni di fatturato azzerato, 400 le aziende del territorio travolte"

Sono 8mila gli addetti lombardi del settore dei bus turistici a noleggio a rischio del posto di lavoro e fermi da due mesi, 400 le aziende presenti sul territorio bloccate con 6mila pullman lasciati nei parcheggi, per un fatturato di oltre 600 milioni di euro completamente azzerato. Questi i dati della crisi coronavirus, che ha travolto il comparto dei bus turistici a noleggio in Lombardia. L’allarme arriva dai rappresentanti regionali del Comitato Bus Turistici Italiani, primo raggruppamento nazionale di aziende del settore, che si è costituito proprio per tentare di resistere alla crisi imposta dal lockdown.

“Siamo al collasso – spiegano Grazia Perego e Alessandro Cella, rappresentanti lombardi del Comitato Bus Turistici Italiani – per noi, qui in Lombardia, il blocco totale è arrivato due settimane prima rispetto al resto d’Italia. Il 21 febbraio, nel giro di 24 ore, abbiamo visto la cancellazione di tutte le attività, nazionali ed europee. E soprattutto ci stiamo chiedendo, considerate le circostanze, chi vorrà più prendere un pullman in futuro?”.

Oltre a dover vivere l’azzeramento di una qualsiasi pianificazione, gli addetti ai lavori chiedono per il presente misure urgenti. “Non è possibile che la cassa integrazione sia prevista solo per nove settimane, deve continuare finché dura questa crisi – proseguono i rappresentanti – ci sono famiglie che non sanno se avranno mai più un’entrata a fine mese. Non abbiamo al momento alcun tipo di sgravio fiscale, i nostri mezzi sono fermi e lo saranno chissà per quanto tempo ancora, avranno un valore dimezzato. Chiediamo alle istituzioni che, alla crisi attuale, non si aggiungano ulteriori perdite”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
bergamask coronavirus mascherine
Prodotta da 5 aziende
A metà maggio in farmacia la Bergamask, maschera in silicone, orgoglio orobico
Quattro motori per l\'Europa: le Università siglano un protocollo
Le attività
L’Università di Bergamo pronta ad affrontare la fase 2
Val Seriana Selvino foto Stefano Ivaldi
Fase 2
“Se non vai in Val Seriana, lei viene da te”: con il Covid il turismo viaggerà sui social
Generico aprile 2020
L'intervista
Emilio Zanetti: “L’ops di Intesa? Molto lontana dal valore del patrimonio di Ubi”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI