Dal Comune di Bergamo un piano per le persone con disabilità e le loro famiglie - BergamoNews
"ripartiamo insieme"

Dal Comune di Bergamo un piano per le persone con disabilità e le loro famiglie

In vista del 4 maggio, quando molte persone della città ritorneranno al lavoro e le persone fragili avranno bisogno di un ulteriore supporto

Un piano integrato per le persone con disabilità e le loro famiglie, in vista del 4 maggio, quando molte persone della nostra città ritorneranno al lavoro e le persone fragili avranno bisogno di un ulteriore supporto: in questo tempo di emergenza il Comune di Bergamo con il supporto della cooperazione sociale, soprattutto del Consorzio Sol.Co. Città Aperta e il Consorzio Sociale Ribes è vicino alle persone con disabilità e le loro famiglie attraverso una proposta che si concretizza in quattro differenti ambiti.

“Ringrazio – commenta l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Bergamo Marcella Messina – le famiglie e le persone con disabili per come in questi due mesi siano state in grado di gestire la terribile situazione che ha attraversato la nostra città. Abbiamo garantito il monitoraggio telefonico e video telefonico con gli operatori dei servizi e dei progetti. Ora però possiamo immaginare di ripartire insieme con risposte personalizzate e flessibili e modulate sui bisogni delle famiglie e delle persone aprendo i servizi secondo i protocolli e con attività all’aperto.”

Gli strumenti con cui l’Amministrazione sostiene le persone disabili e le loro famiglie sono soprattutto quattro. Eccole.

Una linea di ascolto dedicata a persone con disabilità e famigliari per trasmettere loro vicinanza, ascolto e supporto, in questo momento di fatica e isolamento.

Una ampia proposta di attività socio educative sia a distanza che nei luoghi dedicati, personalizzate sulla base degli obiettivi del progetto educativo individualizzato.

L’assistenza domiciliare come supporto aggiuntivo in situazioni di particolare difficoltà nell’affrontare l’isolamento.

Un servizio di supporto psicologico per le famiglie e per gli operatori che si trovano in situazioni di particolare difficoltà emotiva e affettiva.

Per maggiori informazioni è a disposizione il numero 335.7971185 da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00.

LocandinaCasa_CB_OK (1)

leggi anche
  • Nel nuovo decreto
    Noi desaperacidos: caro Conte, non dimenticare ancora i disabili e le loro famiglie
    disabili
  • Palafrizzoni
    Centri disabili, sospensioni di Ztl e sosta a pagamento: le decisioni della Giunta
    gandi
  • La decisione
    Passeggiate con i disabili nonostante le restrizioni: in Lombardia è permesso
    disabili gravi
  • Coronavirus
    Lombardia, nuova ordinanza in vista della Fase 2: tutte le novità
    Regione Lombardia
  • Comune di bergamo
    ZTL sospese fino al 10 maggio, sosta gratuita fino al 17 maggio
    varco ztl
  • Il piano del comune
    Zone30, piste ciclabili, monopattini in sharing e incentivi per bici elettriche: la Fase 2 a Bergamo
    monopattini elettrici
  • Il progetto
    Ecco il Sentierone del futuro: “Più verde, nuove pavimentazioni e un giardino in piazza Cavour”
    Il Sentierone del futuro
  • Palazzo frizzoni
    Bergamo, al via i cantieri per la posa della fibra ottica di Open Fiber
    Fibra ottica
  • Comune di bergamo
    Tariffa rifiuti, fondo per le famiglie: contributi alle persone in difficoltà
    Tari
  • Al via la sperimentazione
    A Bergamo, la prima bicicletta per disabili: “Per un trasporto sicuro e divertente”
    Bicicletta per disabili
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it