Quantcast
Herbie Hancock scrive a Bergamo e all’Italia per "Il jazz va a scuola (da casa)" - BergamoNews
La lettera

Herbie Hancock scrive a Bergamo e all’Italia per “Il jazz va a scuola (da casa)”

Il musicista ha scritto al Centro Didattico produzione Musica di Bergamo, all’associazione "Il jazz va a scuola", al Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica del Ministero

È indirizzata al Centro Didattico produzione Musica di Bergamo, all’associazione “Il jazz va a scuola”, al Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica del Ministero la lettera di Herbie Hancock dedicata all’Italia, ai musicisti, ai docenti e agli 8mila studenti che il 30 aprile parteciperanno alle lezioni/concerto in diretta on line grazie al progetto “Il jazz day va a scuola (da casa)”.

Nato da un’idea di Angelo Bardini, formatore Indire, Istituto per la ricerca didattica e Claudio Angeleri, entrambi soci de “Il Jazz va scuola”, il progetto ha realizzato in pochi giorni una fitta rete tra 164 classi sparse in tutta Italia e 120 musicisti che ancora una volta hanno risposto all’appello per esprimere vicinanza ai bambini e ragazzi che stanno vivendo questa difficile esperienza di reclusione forzata.

”È stata una gioia conoscere i modi in cui l’Italia sta realizzando le celebrazioni virtuali della Giornata internazionale del jazz 2020, anche con il progetto efficacemente intitolato “Il jazz day va a scuola (da casa)!”. Sono particolarmente toccato dal fatto che voi abbiate posto gli studenti e le future generazioni al centro dei programmi online per il Jazzday.” Con queste parole Hancock, artista Unesco per il dialogo interculturale, promotore del Jazz day e leggendario pianista, si rivolge agli organizzatori riconoscendo l’unicità di questa iniziativa.

Mai prima d’ora il jazz era entrato in modo così diffuso e efficace nel mondo della scuola potendo contare sull’apporto competente e appassionato di tanti professionisti della didattica e del concertismo.

Parte da lontano l’iniziativa e proprio dall’esperienza delle lezioni concerto di Bergamo Jazz che il festival realizza da ormai vent’anni e seguite da centinaia di studenti e scuole del territorio. Non solo. Anche Piacenza grazie al locale festival e Jazz club promuove da anni incontri con gli studenti e così da queste due città gravemente colpite dalla pandemia è partita questa iniziativa. “Desidero esprimere la mia sincera gratitudine a voi, ai vostri partner, a tutti gli studenti, gli insegnanti e le scuole partecipanti e, davvero, a tutta l’Italia per il vostro spirito positivo e l’umanità dimostrata, specialmente durante questo momento difficile per tutti. Siete dei veri esempi della missione dell’International Jazz Day”. Con queste ultime parole si conclude la lettera di Hancock che verrà letta giovedì 30 aprile giornata internazionale del jazz. Alle lezioni concerto parteciperà anche alle 9.30 il sindaco di Bergamo Giorgio Gori all’Istituto Santa Lucia per iniziare idealmente la giornata del jazz nelle scuole italiane con uno dei musicisti più noti e rappresentativi del jazz italiano: il pianista Enrico Intra.

Angeleri

“Il jazz day va a scuola (da casa)!” si concluderà alle 17 con un convegno on line sulla piattaforma Indire del Ministero che sarà collegato ai canali web del Jazz Day globale di Washington con la partecipazione di Loredana Poli, assessore all’Istruzione del Comune di Bergamo, Annalisa Spadolini, ministero dell’Istruzione, Gino Roncaglia, docente di informatica di Roma Tre e responsabile per Rai Scuola, Elisabetta Mughini, dirigente di ricerca Indire, i musicisti Ada Montellanico, presidente Ijas, Claudio Angeleri, Paolo Damiani, Angelo Bardini, Ambassador Indire, Vittoria Volterrani, docente. Modera Marco Morandi, coordinatore Indire del progetto “Musica a scuola”.

Il convegno aperto a tutti è visionabile al link http://www.indire.it/la-rete-di-avanguardie-educative-a-supporto-dellemergenza-sanitaria/

 

Ecco la lettera che Herbie Hancock ha scritto a Centro Didattico produzione Musica, Associazione Il Jazz va a scuola e Miur – Comitato nazionale per l’apprendimento praticodella musica per tutti gli studentiItalia

Cari amici,
oggi, come ben sapete, ricorre la nona celebrazione annuale dell’International Jazz Day.
Questo giorno speciale è stato originariamente concepito come un mezzo per promuovere il jazz e il suo ruolo diplomatico e inclusivo in tutti gli angoli del globo. Siamo orgogliosi e grati di avere preziosi partner in oltre 190 paesi in tutto il mondo.
A causa dell’attuale minaccia del COVID-19, tuttavia, oggi non è andato come previsto. Avrei voluto tanto che la commemorazione mondiale dell’International Jazz Day si fosse potuta svolgere in migliori circostanze.

Il popolo italiano conosce meglio di tuttiil prezzo altissimo di questa pandemia.
Eppure, esattamente come i tantissimi musicisti che in tutto il mondo continuano a svolgere attività artistiche nonostante le difficoltà della quarantena e dell’auto-isolamento, anche voi riconoscete il potere rigenerativo e pieno di speranza della creatività attraverso l’espressione musicale individuale.

È stata una gioia conoscere i modi in cui l’Italia sta realizzando le celebrazioni virtuali della Giornata internazionale del jazz 2020, anche con il progetto efficacemente intitolato “Il jazz day va a scuola (da casa)!”.

Sono particolarmente toccato dal fatto che voi abbiate posto gli studenti e le future generazioni al centro dei programmi online per il Jazzday.

Desidero esprimere la mia sincera gratitudine a voi, ai vostri partner, a tutti gli studenti, gli insegnanti e le scuole partecipanti e,davvero, a tutta l’Italia per il vostro spirito positivo e l’umanità dimostrata, specialmente durante questo momento difficile per tutti.

Siete dei veri esempi della missione dell’International Jazz Day.
Cordiali saluti,
Herbie Hancock
artista Unesco per il dialogo interculturale

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Enrico Rava Lazzaretto agosto 2020 (foto Gianfranco Rota)
Al lazzaretto
Buon compleanno Maestro! Concerto super per gli 81 anni di Enrico Rava
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI