Quantcast
Raccolta di pc inutilizzati: aiutano un ragazzo a studiare e una famiglia in difficoltà - BergamoNews
Tuttinrete

Raccolta di pc inutilizzati: aiutano un ragazzo a studiare e una famiglia in difficoltà

L’iniziativa “Mille respiri per Bergamo e Monza Brianza", in collaborazione con le amministrazioni comunali di Bergamo e Monza e con UCID Monza e Brianza, cresce ancora

In questo periodo segnato dall’emergenza Coronavirus le scuole sono chiuse per ridurre i rischi di contagio: gli insegnanti stanno seguendo alunni e studenti da casa, grazie alle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie.

Non tutti, però, hanno i necessari dispositivi: è essenziale, così, dotare le famiglie in difficoltà di un computer portatile o di un tablet, in modo tale da permettere ai ragazzi di accedere ai sistemi di Didattica a Distanza (DAD). Per farlo, però, è necessario il contributo di tutti. Per questo l’iniziativa “Mille respiri per Bergamo e Monza Brianza“, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Bergamo e Monza e con UCID Monza e Brianza, cresce ancora di più: il prossimo passo è il ricondizionamento dei notebook e tablet inutilizzati per dargli una nuova vita e aiutare, in questo modo, le famiglie in difficoltà. Per entrare “Tuttinrete”.

Contribuire è semplice: chi è in possesso di un computer portatile o tablet funzionante ma non utilizzato, può chiamare il numero 334 2409907 (anche con Whatsapp), scrivere una mail agli indirizzi millerespiriMB@gmail.com (per Monza) o millerespiriBG@gmail.com (per Bergamo) o un messaggio sulla pagina facebook millerespiribergamoemonza ed entrare in contatto con lo staff di Mille respiri.

Un’équipe specializzata di volontari provvederà, successivamente, a sanificare gli apparecchi, a formattarli e installare il software di base necessario. Mille respiri si occuperà anche di garantire la connettività per la Didattica a Distanza fornendo oltre ai computer dei router portatili con le relative Sim, attivate fino alla fine dell’estate e alla ripresa del ciclo scolastico. Infine, verrà fornita l’assistenza necessaria per il corretto funzionamento e utilizzo degli strumenti.

I punti di raccolta saranno a Monza alla Candy Arena in viale Stucchi e a Bergamo al Patronato di San Vincenzo (in via Gavazzeni 13, con il coordinamento di Fablab Bergamo che si occuperà della rigenerazione).

L’appello A raccogliere il maggior numero di computer portatili e tablet si rivolge a tutti: privati, uffici e aziende. Non importa da chi arrivano gli apparecchi, l’importante è che siano funzionanti e siano stati acquistati dopo il 2014, perché il contributo della comunità sarà decisivo per rispondere a un’esigenza sociale che si è evidenziata in maniera importante in questo periodo di emergenza, anche attraverso le segnalazioni della Protezione civile, della chiesa, delle istituzioni e dello stesso mondo scolastico. Perché con uno strumento non più adoperato si può aiutare una famiglia e uno studente. Perché non lasciare indietro nessuno, è un dovere di tutti.

Il servizio è attivo nelle province di Monza e Bergamo. Per contatti e approfondimenti: telefono 334 2409907 – mail millerespiriMB@gmail.com / millerespiriBG@gmail.com – facebook millerespiribergamoemonza.

Dona computer

Mille respiri per Bergamo e Monza Brianza.

L’iniziativa, nata da un gruppo di amici, imprenditori e professionisti bergamaschi guidati da Carlo Pedrali, in collaborazione con l’UCID di Monza e Brianza e il suo presidente, Aldo Fumagalli, è attiva dagli ultimi giorni di marzo in risposta all’emergenza collegata alla diffusione del coronavirus Covid-19 sul territorio. Ha già contribuito a trasformare 1000 maschere da snorkeling in maschere C-PAP, a distribuire oltre 80mila mascherine chirurgiche ed è ancora all’opera per realizzare più di 500 visiere protettive in plexiglass, oltre a sviluppare il progetto “Tuttinrete” per la raccolta di computer portatili e tablet da destinare ai progetti di Didattica a Distanza (DAD) e aver partecipato alla distribuzione di oltre due tonnellate di prodotti alimentari in favore della Caritas.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Favero
L'iniziativa
Maschere da sub modificate in respiratori: mille per gli ospedali bergamaschi
Generico aprile 2020
L'intervista
Remuzzi: “Vi spiego perché Montagnier sbaglia e perché il Covid non è creato in laboratorio”
prelievo
Nei centri prelievi
Test sierologici, oggi si parte ad Albino, Alzano e Nembro: come funzionano e chi può farli
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI