Scaglia: "Pieno appoggio di Confidustria Bergamo al nuovo presidente Bonomi" - BergamoNews
Dopo la designazione

Scaglia: “Pieno appoggio di Confidustria Bergamo al nuovo presidente Bonomi”

"Anche Confindustria dovrà sapersi rinnovare per potere rispondere in maniera ancora più puntuale alle nuove esigenze delle imprese associate ed essere un valido interlocutore per le istituzioni e gli altri stakeholders, portando il proprio contributo"

Il presidente di Confindustria Bergamo, Stefano Scaglia accoglie “con soddisfazione” la designazione di Carlo Bonomi alla leadership dell’associazione imprenditoriale italiana. Bonomi ha raccolto 123 consensi, più del doppi rispetto a Licia Mattioli (leggi qui) che Scaglia ringrazia “per la sua disponibilità”.

“Il mandato del nuovo presidente inizierà in uno dei momenti più difficili per il nostro Paese e le sue imprese – incalza il capo degli industriali orobici -. Abbiamo di fronte una serie di sfide difficilissime: la complessa uscita dall’emergenza Coronavirus, la gestione della ripartenza, il sostegno alle imprese, la difesa dei mercati, il rilancio dell’economia e del sistema Paese. Anche Confindustria dovrà sapersi rinnovare per potere rispondere in maniera ancora più puntuale alle nuove esigenze delle imprese associate ed essere un valido interlocutore per le istituzioni e gli altri stakeholders, portando il proprio contributo in termini di idee e proposte Gli imprenditori sapranno unirsi a supporto del nuovo presidente nell’affrontare le sfide e Confindustria Bergamo non farà mancare il pieno appoggio alla presidenza Bonomi”.

E nel suo discorso, immediatamente dopo la designazione (ricordiamo che l’elezione definitiva avverrà durante l’assemblea privata degli indusyriali, il 20 maggio), carlo bonomi ha infatti dichiarato: “Di sicuro oggi non è tempo di gioire. Ho ascoltato i vostri interventi nel Consiglio generale e tutti disegnavano, ovviamente, la preoccupazione per il futuro e quindi voglio subito fare un appello: dobbiamo metterci immediatamente al più presto in condizioni operative tali da consentirci di affrontare con massima chiarezza ed energia la sfida tremenda che è di fronte a noi, che è quella di continuare a portare  la posizione di Confindustria su tutti i tavoli necessari rispetto a una classe politica che mi sembra molto smarrita in questo momento e non hai idea della strada che deve percorrere questo Paese. L’Italia è stata posta in un regime fortemente restrittivo, duramente restrittivo, mentre i nostri concorrenti oggi in Europa continuano a produrre in molti settori. E ancora oggi noi non abbiamo bene i dati… Abbiamo ben chiaro che non si può andare avanti ad usare anacronistici codice Ateco che non rappresentano quella che è la manifattura dell’Industria”.

A Bonomi, che sarà il 31° leader della Confindustria, ha inviato i complimenti anche il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana: “In bocca al lupo a Carlo Bonomi, lo attende un impegno importante. Una grande sfida che, ne sono certo, con la sua esperienza e la sua professionalità, saprà vincere ottenendo risultati importanti. Il fatto poi – continua il governatore – di avere ai vertici di Confindustria un presidente della nostra regione è per tutti noi un motivo di soddisfazione in più, così come proprio l’importante esperienza maturata a Milano gli consentirà di ricoprire questo incarico con quella concretezza tipica dei lombardi”

leggi anche
  • Il voto
    È Carlo Bonomi il presidente designato di Confindustria
    carlo bonomi confindustria
  • L'intervista
    I macellai di Bergamo: “È stato riscoperto il piacere della spesa nei negozi di vicinato”
    macelleria coffetti
  • Adiconsum
    Bergamo, “il debito delle famiglie raddoppiato in 20 anni e ora sarà peggio”
    debiti
  • Solidarietà coronavirus
    Contributo sui redditi più alti? Miro Radici: “Accettabile, ma i politici diano l’esempio”
    Miro Radici
  • Il premier
    Coronavirus e mancata zona rossa a Bergamo, Conte: “Nessuna richiesta da Confindustria”
    Giuseppe Conte in Prefettura a Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it