Quantcast
I carabinieri consegnano le ceneri dei defunti Covid alle famiglie - BergamoNews
Anche a treviglio

I carabinieri consegnano le ceneri dei defunti Covid alle famiglie

Dalla camera mortuaria i militari prendono in carico le urne per la successiva consegna ai Comuni dove verranno tumulate o, in alternativa, alle famiglie che desiderino conservare le ceneri nella propria abitazione

Tra le immagini più tragicamente segnanti di questo tempo, ricorderemo autocolonne di mezzi militari che hanno accompagnato i feretri dei defunti da Covid-19 verso la cremazione avvenuta spesso fuori regione.

Scene tristi, con una conta di morti che ha toccato moltissime famiglie del nostro territorio. Anche in questo, l’Arma, ha dato il suo apporto facendo il possibile per alleviare il dramma. Organizzare e coordinare la cremazione dei feretri è uno dei compiti, tristi e inconsueti, cui i carabinieri si sono recentemente votati ed adattati.

leggi anche
storoni esercito salme
Il comandante storoni
Le mille salme partite da Bergamo, quei cortei coordinati dai carabinieri: “Momenti difficili, troppo dolore”

Accade quindi che, dalla camera mortuaria di Ponte San Pietro, anche i militari della Compagnia di Treviglio, prendano in carico le ceneri dei defunti per la successiva consegna ai Comuni dove verranno tumulati o, in alternativa, alle famiglie che desiderino conservare le ceneri nella propria abitazione.

Quest’ultima, in particolare, è una facoltà ancora poco richiesta in Italia a cui gli stessi militari –mediante apposito modulo di affidamento- danno corso trasportando l’urna proveniente dalla cremazione.

Sono ancora pochi i familiari che, resi consapevoli delle disposizioni e degli obblighi di legge vigenti e inerenti la conservazione delle ceneri, chiedono di poter tenere vicini a se i propri cari anche dopo la morte: una pratica molto antica, nata in Asia e mantenuta inalterata da millenni dato che alcune antiche culture credevano che il fuoco fosse un agente di purificazione e che la cremazione illuminasse il passaggio dei defunti in un altro mondo.

leggi anche
Carabinieri
Romano di lombardia
“Ho lasciato i libri in università ma non posso recuperarli”, ci pensano i carabinieri

E a tal proposito, proprio per il rispettoso cordoglio per i defunti, l’Arma si è fatta garante di questo ‘passaggio’ anche attraverso il controllo delle condizioni igienico-sanitarie di custodia, sia nelle morgue che nelle imprese di pompe funebri a cui, in alcuni casi, sono stati affidati i resti.

Dispositivi di protezione individuale, controllo delle celle frigorifere, procedura di chiusura e sigillatura delle bare e relative certificazioni sono solo alcuni degli aspetti messi sotto la lente d’ingrandimento degli uomini dell’Arma che, a Treviglio come negli altri comuni della pianura bergamasca, stanno procedendo a specifici controlli. Un atto dovuto a cui, finora, non hanno fatto seguito contestazioni di violazioni.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
17 aprile coronavirus
I dati
Coronavirus, torna a salire il numero di contagi in Bergamasca: 72 in sole 24 ore
chiesa del cimitero di bergamo
Emergenza coronavirus
Dopo oltre 40 giorni senza bare la chiesa del cimitero di Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI