BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Zoom

Informazione Pubblicitaria

Gli Ordini e Collegi professionali: riapertura rapida, graduale e selettiva delle attività

Riceviamo e pubblichiamo l'appello degli Ordini e Collegi professionali della Provincia di Bergamo per una riapertura rapida, graduale e selettiva delle attività produttive.

Riceviamo e pubblichiamo l’appello degli Ordini e Collegi professionali della Provincia di Bergamo per una riapertura rapida, graduale e selettiva delle attività produttive.

Siamo consapevoli che, purtroppo, l’emergenza COVID‐19 ha portato il nostro Paese ad affrontare una tragedia sanitaria di dimensioni immani e che stiamo attraversando un delicatissimo momento, forse il più difficile presentatosi dalla Seconda guerra mondiale ad oggi.

In un momento tanto faticoso per l’Italia, per la Lombardia e, in particolare, per Bergamo, gli Ordini e i Collegi Professionali di Bergamo firmatari della presente intendono, in primo luogo, porgere il più sentito ringraziamento al personale medico, ai professionisti sanitari e ai farmacisti per lo sforzo costante e instancabile profuso nella gestione quotidiana dell’emergenza che ci sta investendo.

È di tutta evidenza che la salute di ciascun cittadino debba avere primaria considerazione, al di là di ogni e qualsiasi altra tematica od osservazione, ma è altrettanto palese che siamo tutti rivolti in modo coeso a cercare di rispettare le misure utili e opportune al fine di raggiungere tale obiettivo.

È ormai manifesto a tutti che la Regione Lombarda, in generale, e Bergamo, in particolare, sono le zone a oggi più colpite dall’emergenza, e che, purtroppo, si sono trovate a vivere una tragedia senza precedenti, assistendo, impotenti, alla perdita di un numero immane di vite umane.

In tale contesto, noi Liberi Professionisti stiamo cercando di dare il nostro fondamentale contributo, sia come cittadini, sia con le nostre competenze e peculiarità, compiendo ogni sforzo possibile, con enorme sacrificio, per affiancare sia gli imprenditori, sia i lavoratori, in un momento che anche a livello economico manifesta ampi segnali di sofferenza.

Il nostro operato si sostanzia, altresì, nel manifestare proposte concrete al Governo, in modo da suggerire strumenti utili da proporre alle Aziende per affrontare e superare nel miglior modo possibile il presente e il futuro, che è alle porte, e che necessita di una oculata gestione sin da subito, per evitare danni di dimensioni ancora più ingenti rispetto a quanto sinora evidenziatosi.

Ovviamente il nostro costante supporto viene garantito sia agli imprenditori sia ai lavoratori, con un sostegno da un lato professionale e dall’altro umano, che passa anche dalla condivisione di una generale e innegabile fortissima preoccupazione per il possibile collasso del nostro sistema economico, nel momento in cui non fosse più in grado di reggere un lockdown prolungato.

“L’emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese ed in modo particolare la Provincia di Bergamo è senza precedenti, così come la crisi economica che rischiamo di dover affrontare se al più presto non si prendono provvedimenti chiari per riaprire imprese ed aziende. Dobbiamo dare risposte immediate a lavoratori, imprenditori e professionisti per far ripartire il nostro Paese il prima possibile, nel rispetto delle direttive sanitarie, dotando le aziende dei dispostivi di sicurezza e in accordo con Ats. Non c’è più tempo da perdere” – chiarisce Simona Bonomelli, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo.

“Aperture contingentate, distanziamento sociale e dispositivi di sicurezza per lavoratori e clienti devono essere alla base di un programma di riapertura ordinato, ma rapido perché è evidente la necessità impellente di fare quanto assolutamente indispensabile, al fine di evitare un collasso irreversibile del nostro sistema economico e sociale” – spiega Marcello Razzino, presidente del CPO di Bergamo.

Purtroppo, la prosecuzione dell’attuale situazione e la mancata realizzazione di una riapertura in tempi brevi non potrà che portare a conseguenze economicamente e socialmente devastanti, con ripercussioni evidenti su tutti i cittadini.

ORDINI E COLLEGI PROFESSIONALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO FIRMATARI:

– Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo
– Ordine dei Consulenti del Lavoro di Bergamo
– Collegio dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati di Bergamo
– Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Bergamo
– Consiglio Notarile di Bergamo
– Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati di Bergamo
– Ordine della professione Ostetrica Interprovinciale di Bergamo Cremona Lodi Milano – Monza Brianza
– Ordine Provinciale dei Chimici e dei Fisici di Bergamo
– Ordine Provinciale dei Farmacisti di Bergamo

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.