Il lutto

Coronavirus, è morto Luis Sepulveda: era ricoverato da inizio marzo

Lo scrittore cileno era risultato positivo al rientro in Spagna da un viaggio in Portogallo.

Si è spento all’ospedale spagnolo di Oviedo, all’età di 70 anni, Luis Sepulveda.

Lo scrittore cileno era ricoverato dall’inizio di marzo, in gravi condizioni: al suo fianco c’è sempre stata la moglie Carmen Yanez, anche lei positiva al Covid19 ma in forma più lieve.

Era stato tra i primi personaggi famosi a essere colpito dal Coronavirus: la malattia gli era stata diagnosticata di ritorno in Spagna, dove vive, da un viaggio in Portogallo per un festival letterario.

Il 12 marzo avrebbe dovuto essere in Italia per inaugurare la festa del libro e della lettura all’Auditorium Parco della Musica di Roma, poi  cancellata a causa della pandemia.

Nel 2017 Sepulveda era stato a Bergamo, ospite di “Molte Fedi sotto lo stesso cielo”, e in quell’occasione aveva ricevuto in dona la Camicia Scarlatta dei Mille di Garibaldi, riprodotta a Gandino nel 2011 in occasione del 150esimo dell’Unitá d’Italia.

La Camicia è stata consegnata ufficialmente dal sindaco di Gandino, Elio Castelli e particolarmente apprezzata dallo scrittore.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
sepulveda
Il ricordo
Addio Sepulveda, coi tuoi libri ho scoperto un mondo di formidabili passioni
lee konitz (foto Gianfranco Rota)
A 82 anni
Morto Lee Konitz, grande protagonista del jazz, più volte a Bergamo
zafon
Lutto nella letteratura
Muore a 55 anni Carlos Ruiz Zafón, l’autore de “L’ombra del vento”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI