Sepolti a colognola

Coronavirus, colpita anche la comunità musulmana: 28 vittime in Bergamasca

Dal 1° febbraio all'11 aprile le sepolture al cimitero islamico di Colognola sono 28: 22 uomini e sei donne.

Il Coronavirus ha stroncato anche molti islamici residenti in provincia di Bergamo. Dal 1° febbraio all’11 aprile le sepolture al cimitero islamico di Colognola sono 28: 22 uomini e sei donne. Tra questi anche una coppia, marito e moglie, deceduti nello stesso giorno. Il dato va rapportato con quello annuale: nel 2019 erano circa dieci le sepolture. In soli due mesi sono quasi triplicate a causa del coronavirus. A questo, fa notare l’assessore comunale ai Servizi Cimiteriali e alle Comunità religiose, Giacomo Angeloni, “si deve aggiungere che in questo ultimo periodo, vista l’emergenza del Coronavirus, per molti dei defunti islamici è stato impossibile effettuare il rimpatrio delle salme per il blocco dei rimpatri delle stesse”.

“Le comunità islamiche, sono 4 solamente nella città di Bergamo, in questa fase di emergenza hanno dimostrato molta maturità accantonando le liti sul cimitero islamico dando spazio all’umana pietà e consentendo a tutti i fedeli che lo richiedevano di effettuare le tumulazioni – spiega l’assessore Angeloni -. A Bergamo diamo sepoltura anche a defunti islamici della provincia, come è previsto dal regolamento comunale per le sepolture in campo comune”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Bare Coronavirus
Trasparenza
I costi delle cremazioni nelle altre città online sul sito del Comune di Bergamo
Albenza
Beneficenza
“Andrà tutto bene”: la gara di golf virtuale dell’Albenza vinta dall’ospedale di Bergamo
Habilita
La testimonianza
“Nonostante l’emergenza Covid a Zingonia ho svolto in sicurezza la riabilitazione”
Coronavirus
I dati
Emergenza Covid-19, a Bergamo 10.472 contagiati: 46 in più nelle ultime 24 ore
debiti
Adiconsum
Bergamo, “il debito delle famiglie raddoppiato in 20 anni e ora sarà peggio”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI