Commissariare la sanità lombarda: la sinistra in Consiglio a Bergamo aderisce all'appello - BergamoNews
Emergenza coronavirus

Commissariare la sanità lombarda: la sinistra in Consiglio a Bergamo aderisce all’appello

Ambiente Partecipazione Futuro, formazione politica bergamasca con un consigliere al Comune di Bergamo, aderisce all'appello di "Milano 2030" che denuncia le scelte della Giunta lombarda

Ambiente Partecipazione Futuro, formazione politica bergamasca con un consigliere al Comune di Bergamo, aderisce all’appello di “Milano 2030” che denuncia le scelte della Giunta lombarda, causa del gravissimo impatto del Covid19 in Lombardia, e chiede la nomina di un commissario ad acta per la sanità regionale.

“La frammentazione dell’assistenza territoriale, la decisione di trasferire i malati di Covid19 nelle RSA, lo scarso coinvolgimento della sanità privata lasciata libera di scegliere se e come collaborare, le cifre, esigue ai limiti del ridicolo, del bilancio regionale destinate alla gestione dell’emergenza, fanno della Lombardia l’area del mondo con il più alto tasso di casi e di decessi, con un prezzo gravissimo per il personale sanitario, i medici di base e gli ospiti delle residenze assistite – spiegano Claudio Armati, presidente di APF e Roberto Cremaschi, consigliere comunale APF -. Sono necessari provvedimenti immediati, che Milano 2030 propone in una lettera aperta scritta ai gruppi di opposizione del Consiglio Regionale per una unità di azione”.

In particolare, proseguono “la protratta insipienza e inattività della Giunta regionale configura – secondo Milano 2030 – quel pericolo grave che giustifica la nomina senza indugio in Regione Lombardia di un commissario ad acta. Il modello lombardo di sanità, con il progressivo smantellamento della sanità pubblica, padre degli errori commessi, è stato consentito tra le altre cose dalla regionalizzazione della sanità, causa principale delle difficoltà di coordinamento che hanno ostacolato la tempestiva gestione dell’emergenza. Milano 2030 chiede che questa crisi sia l’occasione anche per l’abbandono di qualunque proposta di regionalismo differenziato e auspica il ritorno ad una sanità uguale per tutti i cittadini, fondata su obiettivi di salute e non sul mercato e la concorrenza”.

 

leggi anche
  • L'allarme
    A Seriate il Fondo di solidarietà è finito: “Il Governo intervenga con aiuti strutturali”
    Spesa
  • Forza italia
    Gallone: “Salviamo le scuole paritarie dalla chiusura”
    Gallone
  • Coronavirus
    Inps: “Pagamento indennità 600 euro per oltre 1,8 milioni dei lavoratori”
    Soldi pubblici
  • L'allarme
    Val Taleggio e Strachítunt ai tempi del Covid: “Rischiamo di buttare centinaia di forme”
    Strachitunt
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it