BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Seriate il Fondo di solidarietà è finito: “Il Governo intervenga con aiuti strutturali”

Oltre 400 le richieste ricevute in una sola settimana di apertura del bando: "Le risorse ricevute da Roma? Troppo poche"

“È esaurito in una settimana il Fondo di Solidarietà alimentare assegnato dal Governo a Seriate, pari a 135mila euro”. Lo annuncia il Comune stesso con un comunicato stampa.

Da lunedì 6 aprile le famiglie seriatesi in condizione di difficoltà economica potevano presentare domanda per ricevere i buoni spesa dall’amministrazione comunale. Oltre 400 le richieste ricevute in una sola settimana di apertura del bando.

Sinora sono stati erogati e consegnati buoni spesa per un valore dai 150 ai 525 euro a famiglia, per un importo complessivo di quasi 30mila euro destinati ai primi 85 nuclei familiari. I Servizi sociali stanno vagliando le restanti 320 domande e nei prossimi giorni, grazie alla collaborazione con Fincoop Lombardia, che ha stipulato un accordo con il Comune per la messa a disposizione di volontari, saranno distribuiti ai beneficiari i buoni spesa da usare nei negozi di Seriate convenzionati.

“Gli uffici sociali hanno lavorato a pieno regime tutta settimana per raccogliere le domande e istruire le prima pratiche – dichiara il sindaco Cristian Vezzoli -. La mole di richieste pervenute è indice della grave crisi non solo sanitaria ma economica tutt’ora in atto. Come Comune faremo ogni sforzo possibile per rispondere a tutte le richieste che riceveremo perché nessun cittadino sarà lasciato solo. Il fatto di aver esaurito in pochi giorni il fondo del Governo è il termometro della crisi in atto e dell’esiguità delle risorse ricevute da Roma: tutti devono fare la loro parte per superare questa emergenza a partire dal governo centrale. L’amministrazione comunale, fin dall’inizio della crisi, ha messo in campo una serie di servizi a tutela delle persone in difficoltà e continuerà a farlo, ma servono interventi strutturali da parte del Governo. Le future domande di aiuto che non siamo riusciti a evadere con i buoni spesa saranno in prima istanza soddisfatte con l’ausilio dei pacchi alimentari che si stanno raccogliendo con l’iniziativa #aiutiAMOseriate#, promossa insieme alla parrocchia”.

“Quanto sinora messo a disposizione dal governo è andato esaurito in pochi giorni – dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali Gabriele Cortesi -. L’esplosione delle domande per ricevere i buoni spesa è indice del disagio profondo che sta vivendo il nostro territorio, colpito dalla pandemia da Covid -19, e lascia presagire che non sarà una ferita che si rimarginerà in poco tempo. L’erogazione dei fondi per la solidarietà alimentare è solo un primo e piccolo passo, ci aspettiamo che il Governo stanzi altre misure importanti e strutturali per venire incontro ai bisogni del nostro territorio bergamasco, in prima linea nel fronteggiare la grave crisi economica e il relativo impatto sociale causati dall’emergenza Coronavirus. Come Amministrazione comunale stiamo operando con grande impegno per rispondere alle necessità delle famiglie seriatesi in difficoltà economica”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.