BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torre Boldone, coronavirus: il vicesindaco Sessa è tornato a casa

È rincasato dopo 26 giorni di lotta contro il Coronavirus: era stato ricoverato all'ospedale Sant'Anna di Como

Più informazioni su

Il vicesindaco di Torre Boldone, Claudio Sessa è tornato a casa. Nella giornata di sabato 11 aprile è rincasato dopo 26 lunghi giorni di lotta contro il Coronavirus.

In questo periodo segnato dalla pandemia del Covid, anche lui era stato contagiato e nella serata di mercoledì 18 marzo era stato ricoverato all’ospedale Sant’Anna di Como.

Sessa

In un post pubblicato su Facebook ha ringraziato le tante persone che gli sono state vicino: “Sono di nuovo qui! Ringrazio le centinaia e centinaia di amici e cittadini che hanno seguito la mia lotta e mi hanno incitato a tenere duro. Portato a Como a sirene spiegate ho passato momenti duri e ciò che ho visto mi ha segnato. Ce l’ho fatta, ci son voluti 26 giorni di ospedale; ora sono felice di essere di nuovo qui. Ho incontrato il sindaco Luca Macario che è stato veramente bravo a gestire questa tremenda situazione. Ora dovrò ancora stare tranquillo in convalescenza per un po’, ma spero che presto potremo rivederci al mercato e per le strade di Torre”.

Sessa

Il sindaco di Torre Boldone, Luca Macario gli dà il bentornato auspicando di vederlo presto di nuovo all’opera: “Sono felice di aver rivisto il mio vicesindaco e predecessore Claudio Sessa, lo lasciamo riposare ancora un po’, ma non troppo che poi c’è il bilancio da approvare”.

Ricambiando il saluto e gli auguri di Pasqua ricevuti dal personale dell’ospedale Sant’Anna di Como in un post Sessa ha evidenziato: “Ho lasciato la città di Como e la struttura che mi ha curato e salvato in questi giorni, gli angeli della rianimazione mi hanno commosso mandandomi questo saluto. La solidarietà fra persone emerge nei momenti difficili e rimane nel ricordo. Voglio sottolineare questa loro bellissima professionalità. Lo meritano”.

Sessa

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.