La Cgil: "I Nas anche nelle Rsa della Bergamasca" - BergamoNews
I focolai nelle case di riposo

La Cgil: “I Nas anche nelle Rsa della Bergamasca”

Lo spiega all'Ansa Roberto Rossi, responsabile Fp-Cgil: sarebbero una quindicina le strutture ispezionate

“Ci risulta che la Procura si sia mossa anche nelle case di riposo della Bergamasca. Già da qualche tempo alcune strutture hanno ricevuto la visita dei carabinieri del Nas dopo alcune segnalazioni”. Lo spiega all’Ansa Roberto Rossi, responsabile della Fp-Cgil di Bergamo.

Sarebbero una quindicina le strutture che hanno ricevuto la visita dei Nas. Sempre la Cgil nei giorni scorsi aveva stimato nelle 65 Rsa della provincia almeno 1.500 decessi fino alla settimana scorsa.

leggi anche
  • L'aggiornamento
    Via ai tamponi per operatori e ospiti delle Rsa: 41 in provincia sono state sanificate
    Militari italiani e russi sanificano l'Rsa di Cologno al Serio
leggi anche
  • I sindacati
    Dramma nelle Rsa bergamasche, “a marzo stimiamo oltre 1.100 decessi”
    Militari italiani e russi sanificano l'Rsa di Cologno al Serio
leggi anche
  • L'emergenza
    Coronavirus, commissioni d’inchiesta sulle Rsa: 7 bergamasche
    Militari italiani e russi sanificano l'Rsa di Cologno al Serio
leggi anche
  • Gli psicologi in carcere
    Bergamo, tra i detenuti rabbia, paura, solitudine: difficile l’equilibrio in cella
    carcere nostra
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it