Quantcast
"Dal 21 aprile 20mila test sierologici al giorno: prima sanitari e bergamaschi" - BergamoNews
L'annuncio

“Dal 21 aprile 20mila test sierologici al giorno: prima sanitari e bergamaschi”

Si inizierà dagli operatori sanitari e socio-sanitari e dai cittadini delle province di Bergamo, Brescia e Cremona che devono tornare al lavoro.

“Saranno effettuati 20.000 test sierologici al giorno per il Coronavirus, dal 21 aprile, cominciando dagli operatori sanitari e socio sanitari della Lombardia e dai cittadini che devono tornare al lavoro con particolare riferimento alle province di Bergamo, Brescia, Cremona e Lodi”. Lo comunica, in una Nota, Regione Lombardia.

“I test, ideati e testati dall’IRCCS pubblico San Matteo di Pavia, certificheranno l’immunità al virus e – prosegue la Regione – permetteranno di gestire in modo consapevole la cosiddetta fase 2. Al San Matteo di Pavia, uno dei 4 IRCCS (Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico) pubblici della Regione, sarà riconosciuta dalla società che produce i test una royalty dell’1%”.

“Risorse – conclude la nota del Pirellone – che saranno reinvestite. Per finanziare la ricerca pubblica e i ricercatori impegnati ogni giorno in prima linea. Per la lotta al Covid”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
Fabio Corazzina
L'incontro
“Un nuovo inizio”, dialogo online con don Fabio Corazzina
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI