BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Coppia di Hong Kong invia in regalo mascherine e guanti agli amici runner di Cividate

Un gesto di altruismo legato all'amicizia tra Chiara Berzi, 33enne del paese della Bassa, e Ivonne e Ah Lung, conosciuti due anni fa alla Maratona di Chicago

In tempi di emergenza da coronavirus la solidarietà può fare il giro del mondo e arrivare da Hong Kong a Cividate al Piano. È la storia di un gesto di altruismo legato all’amicizia tra Chiara Berzi, 33enne del paese della Bassa, e una coppia cinese, Ivonne e Wing Lung Wong.

L’incontro – casuale – nell’ottobre del 2017, in tutt’altra parte del mondo, a Chicago, la più grande metropoli degli Stati Uniti d’America. Chiara, appassionata fin da piccola di corsa, è lì con la sua squadra, la Runners Capriolese, per partecipare alla prestigiosa Maratona.

Dopo i 42,195 chilometri di fatica e sudore, la 33enne e i suoi compagni di gara entrano in un bar per una meritata colazione: “Terminata la Maratona ci siamo infilati in una caffetteria – racconta Chiara, studentessa – e lì abbiamo casualmente incontrato Ivonne e Lung, una coppia di Hong Kong, anche loro maratoneti. Dopo qualche impressione sulla corsa e alcune fette di pane e Nutella, ci siamo salutati con la promessa di incontrarci ancora da qualche parte nel mondo”.

Sembra uno di quei giuramenti destinati a finire nel vuoto, ma un anno dopo il destino fa incontrare nuovamente il gruppo di runner con la coppia cinese. Stavolta a Londra, ovviamente in occasione della Maratona.

“È stata una sorpresa stupenda – prosegue Chiara – tanto che al termine della gara siamo andati di nuovo insieme a mangiare qualcosa. Ormai un rito”.

Prima dei saluti, Chiara e la coppia si scambiano i contatti. “Qualche settimana fa, dopo quasi due anni, mi hanno scritto, preoccupati per le notizie che sentivano sull’Italia e mi hanno chiesto se avevamo bisogno di materiale.  Ho risposto che noi stavamo bene, ma le mascherine e i guanti erano difficili da trovare in commercio”.

mascherine cividate

“Sei giorni dopo mi è stato recapitato a casa uno scatolone con cento mascherine e trecento paia di guanti, che ho provveduto a portare alla polizia locale di Cividate. Gli agenti, piacevolmente stupiti come me per il bel gesto, mi hanno ringraziata e mi hanno chiesto di fare altrettanto con Ivonne e Lung”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.