BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mille voci per Bergamo: l’iniziativa nata dai ragazzi per la città

Il progetto lanciato da Michele Leidi, Mattia Vassalli e Anna Zanchi offrirà la possibilità a decine di bergamaschi di dimostrare la vicinanza al proprio territorio, gravemente ferito dal Coronavirus.

La musica è la voce dell’immaginazione: ascoltando poche note consente a chiunque di viaggiare e azzerare idealmente le distanze.

In un periodo di quarantena essa non può che esser un toccasana permettendoci di condividere un breve momento di gioia con amici e parenti, lontani soltanto fisicamente da noi.

A dimostrare tutto ciò è “Mille voci per Bergamo“, il progetto lanciato da Michele Leidi, Mattia Vassalli e Anna Zanchi che offrirà la possibilità a decine di bergamaschi di confermare la vicinanza al proprio territorio, gravemente ferito dal Coronavirus.

“L’idea è nata dalla visione di un video creato da Mattia dove alcuni ragazzi del suo coro eseguivano uno spezzone di ‘Here come the sun‘ dei Beatles. Ciò mi ha ricordato l’iniziativa proposta in occasione del terremoto del 2009 da numerosi artisti – ha raccontato Michele -. Per questo motivo ho deciso di creare un brano dedicato alla nostra città e di realizzare un contributo musicale dove siano protagonisti i cittadini con le loro interpretazioni”.

Nonostante alcuni intoppi iniziali, “Mille voci per Bergamo” ha preso gradualmente corpo grazie anche all’amicizia che unisce i tre promotori. “Benché avessi subito trovato l’accordo con Mattia, era necessario trovare un paroliere, per cui ci siamo affidati ad Anna. A quel punto, tramite un costante confronto fra di noi, siamo riusciti a costruire un testo e una melodia, anche se non possiamo nascondere che abbiamo ritoccato più volte quanto preparato perché non ci convinceva””

Ad accompagnare il progetto vi sarà la canzone “La mia città“, un brano pieno di speranza e fiducia in un futuro più limpido.

“La nostra idea era di descrivere alcune immagini simbolo della città come le Mura o il Campanone, senza contare le esperienze che i bergamaschi hanno vissuto almeno una volta nella loro vita e che a noi mancano tantissimo – ha spiegato Anna -. Oltre a ciò abbiamo inserito nel finale un messaggio di rinascita, evidenziato da alcuni versi come ‘Adesso dormi, ma domani vedrai che sarai più bella che mai’”.

Come sottolineato dai ragazzi, per prendere parte al programma non serviranno particolari dote canore o attitudini artistiche, ma la voglia di mettersi in gioco all’interno direttamente da casa propria.

“La proposta che facciamo è molto semplice. Ognuno con la propria arte, indipendentemente che sia cantare, suonare uno strumento oppure ballare, può interpretare la canzone – ha aggiunto Mattia -. E’ possibile registrare il proprio spezzone con uno smartphone entro il prossimo 13 aprile. Oltre a ciò consigliamo di tenere la base nelle cuffie affinché la registrazione inviata all’email 1000vociperbergamo@gmail.com contenga soltanto l’esibizione”.

Una volta terminata l’emergenza, il sogno di Anna, Mattia e Michele sarà quello di poter eseguire la canzone insieme a coloro che saranno protagonisti del video.

“Sappiamo com’è il pezzo adesso, ma non sappiamo come sarà alla fine – hanno concluso i ragazzi -. Vedremo quali saranno i risultati, qualora avessimo molte visualizzazioni, ci piacerebbe incidere la canzone in studio di registrazione e sentire come esterni chi ci ha dato una mano”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.