BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Martina e Carnevali a Conte: “Sostegni speciali, di 200 milioni, alle realtà più colpite come Bergamo”

I parlamentari bergamaschi del Pd Maurizio Martina ed Elena Carnevali insieme ai loro colleghi di Brescia e Cremona Alfredo Bazoli, Marina Berlingheri e Luciano Pizzetti, hanno scritto una seconda lettera al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri

I parlamentari bergamaschi del Pd Maurizio Martina ed Elena Carnevali insieme ai loro colleghi di Brescia e Cremona Alfredo Bazoli, Marina Berlingheri e Luciano Pizzetti, hanno scritto una seconda lettera al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, dopo la prima missiva dello scorso 1 aprile, per formalizzare più nello specifico la proposta di un sostegno straordinario ai comuni e alle province più colpite dall’emergenza coronavirus come Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza proponendo che nel prossimo decreto di aprile si destinino a queste realtà almeno 200 milioni per i comuni e almeno 30 milioni per gli enti provinciali.

Il testo completo della lettera.

Caro Presidente, Caro ministro,

gli impegnativi interventi di carattere generale che il Governo sta adottando per sostenere anche sul piano sociale ed economico i cittadini, le famiglie, i lavoratori e le imprese danno certamente la misura della fase straordinaria che stiamo attraversando e che ci impegnerà anche nel prossimo futuro. In questo senso, abbiamo molto apprezzato, tra le recenti misure contenute del decreto liquidità, anche il rinvio dei pagamenti IVA più esteso proprio nelle nostre provincie più colpite. Sosteniamo con convinzione questo lavoro e comprendiamo il carico di responsabilità che coinvolge prima di tutto l’esecutivo e che impegna ciascuno di noi per il ruolo istituzionale che gli è stato assegnato.

Facciamo seguito alla nostra lettera del 1° Aprile scorso, nella quale vi abbiamo segnalato l’estrema necessità di un intervento straordinario di sostegno alle province maggiormente colpite dall’emergenza legata al coronavirus, per avanzare più precisamente un’ipotesi di lavoro anche alla luce delle tante interlocuzioni quotidiane con gli amministratori locali dei nostri territori.

La necessità impellente è proprio quella di supportare con una misura finanziaria dedicata gli enti locali che per primi, e da tempo, stanno affrontando l’emergenza anche caricandosi attività straordinarie di gestione necessitate dalla gravissima situazione determinata con l’esplosione dell’epidemia.

A tal proposito avanziamo dunque la proposta che il contributo straordinario di sostegno a queste realtà sia quantificato in almeno 200 milioni di euro a supporto dei 671 comuni coinvolti e in almeno 30 milioni di euro per i cinque enti provinciali interessati della zone più colpite. Tale contributo andrebbe poi ripartito in base al numero di residenti di ciascuna realtà, posto che nel complesso nelle cinque province maggiormente contagiate a cui ci riferimento vivono 3milioni e 250mila persone.

Siamo consapevoli dei gravosi impegni che dovete affrontare e siamo certi della vostra sensibilità oltre che della vostra attenzione.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.