BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Automha

Informazione Pubblicitaria

Emergenza Coronavirus: raccolti 37.500 euro grazie all’evento con Roberto Re

La somma verrà devoluta a sostegno dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo in prima linea per affrontare la pandemia del Covid

Anche Roberto Re, capostipite dei mental coach in Italia, si mobilita per sostenere medici, infermieri e operatori che giorno dopo giorno lottano in prima linea contro il Covid-19, spesso a discapito della loro stessa incolumità. E lo fa mettendo in campo le competenze di coaching e formazione personale che lo hanno reso celebre nei suoi 27 anni di attività. “Prima lo shock improvviso e profondo del virus, un nemico invisibile di fronte al quale ci sentiamo impotenti. Poi, le misure di distanziamento sociale che hanno stravolto le nostre abitudini, i nostri rapporti con gli altri, il nostro benessere economico. È inutile negare che questo periodo ci stia mettendo tutti a dura prova a livello mentale. Ma affrontarlo in modo costruttivo è possibile: basta conoscere i giusti strumenti”, spiega Roberto Re.

Questo è stato il tema di “Sviluppa l’intelligenza emotiva”, un grande evento di formazione online trasmesso mercoledì 1° aprile. Più di 3mila partecipanti si sono collegati in diretta da tutt’Italia per apprendere un vero e proprio piano pratico per gestire le emozioni, liberarsi da quelle tossiche e vivere stati positivi anche in questo momento indiscutibilmente complicato. Il seminario ha affrontato, tra gli altri, questi temi:
– Come gestire sé stessi in modo efficace nei momenti più importanti.
– Come affrontare le sfide facendo leva su una maggiore padronanza dei propri stati emotivi.
– Quali strategie hanno il potere di migliorare la loro vita.

Il riscontro entusiasta da parte del pubblico si è tradotto anche in un gesto concreto a sostegno di Bergamo, la città italiana più duramente colpita dall’emergenza. Come annunciato fin dal primo minuto, infatti, l’intero ricavato delle quote di partecipazione (che partivano da una soglia minima di 10 euro) è stato devoluto in beneficenza all’Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII. “Sono molto felice di annunciare che è stato raggiunto un totale di 37.500 euro. È stata una serata bellissima, fatta di energia, speranza per il futuro e voglia di fare qualcosa di tangibile per la collettività”, conclude Roberto Re.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.