BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Coronavirus e lavoro, Lia Bergamo lancia il progetto “Ripartenza”

Con il Progetto Ripartenza, l’associazione vuole permettere agli imprenditori di riaprire le proprie attività nel pieno rispetto delle previsioni sanitarie e della sicurezza, riducendo al minimo le possibilità di contagio e sfruttando nel contempo tutte le proprie potenzialità.

Continuando nel percorso di forte sostegno alle imprese in queste difficili settimane, grazie al potenziamento di formazione, informazione e corretto utilizzo degli strumenti normativi, Lia Bergamo è pronta per la Fase-2 dell’emergenza Covid-19, quella che vedrà la progressiva riapertura.

Con il progetto Ripartenza, l’associazione vuole permettere agli imprenditori di riaprire le proprie attività nel pieno rispetto delle previsioni sanitarie e della sicurezza, riducendo al minimo le possibilità di contagio e sfruttando nel contempo tutte le proprie potenzialità.

Il progetto sarà un punto di riferimento per tutte le imprese, che dovranno necessariamente adattare la propria organizzazione e le proprie abitudini ad una situazione sanitaria completamente mutata. L’emergenza ha infatti portato nuove necessità che andranno d’ora in poi sempre rispettate in aggiunta alle misure di sicurezza previste dal DL81.
Questo progetto si basa su un protocollo realizzato da Lia che prevede anche la disponibilità di tutti gli strumenti necessari alla sua messa in pratica:
• La fornitura prioritaria di dispositivi tecnici e di protezione (mascherine, termoscanner e attrezzature per la sanificazione ecc…)
• Servizi erogati da fornitori selezionati, ad esempio per pulizia e sanificazione ambienti
• La formazione specifica rivolta a imprenditori e collaboratori

Il progetto si focalizza su due momenti fondamentali. Prima della riapertura, con tutte le necessarie misure propedeutiche, e durante l’attività, seguendo le aziende in modo continuativo per garantire la corretta gestione del rischio.

Il protocollo e le risorse del progetto Ripartenza non sono riservati agli associati, ma sono a disposizione di tutte le imprese.
Pietro Bonaldi, direttore Lia Bergamo dichiara: “Anche se l’emergenza Covid-19 non è finita, dobbiamo farci trovare pronti alla riapertura, vogliamo mettere le imprese in condizioni di ripartire il prima possibile ma con la massima efficacia e sicurezza. Durante il momento più critico siamo stati presenti al cento per cento. Ora, vogliamo ridurre al minimo le tempistiche e le problematiche, promuovendo nel contempo la massima sicurezza”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.