BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pazienti anche in elicottero all’ospedale da campo: c’è l’ok al volo di Enac

Servizio operato da Babcock, che potrà utilizzare l’area sia di giorno che di notte grazie all’avanzato sistema NVG (Night Vision Goggles) che permette all’elicottero di poter operare anche senza la luce diurna.

L’Ospedale allestito alla Fiera di Bergamo avrà un’area di atterraggio dove l’elicottero del 118 potrà trasportare pazienti positivi al Covid-19.

Babcock Italia, principale operatore nei servizi di elisoccorso in Italia e gestore del servizio nella Regione Lombardia, su richiesta di AREU Lombardia, ha infatti chiesto e ottenuto da ENAC l’approvazione per l’utilizzo di un’area di atterraggio, all’esterno del nuovo presidio ospedaliero realizzato presso la Fiera di Bergamo, per far fronte all’emergenza Coronavirus.

Babcock potrà utilizzare l’area sia di giorno che di notte, grazie all’avanzato sistema NVG (Night Vision Goggles) che permette all’elicottero di poter operare anche senza la luce diurna.

Per fronteggiare l’emergenza, Babcock Italia ha messo a disposizione di AREU i suoi elicotteri AW139, dotati di paratia di separazione tra comparto sanitario e cabina di pilotaggio per il trasporto di pazienti affetti Covid-19, ottenendo l’approvazione da ENAC anche per l’utilizzo di un sistema barella bio-contenimento.

Sin dai primi giorni della diffusione del Coronavirus, Babcock Italia ha collaborato con le istituzioni governative e i Servizi di Emergenza Territoriale 118 e 112 per fornire tutto il supporto possibile al Servizio Sanitario.

Babcock ha garantito continuamente il servizio di elisoccorso, che include anche il trasporto in elicottero dei pazienti delle unità di terapia intensiva, non affetti da Covid-19, al fine di ottimizzare i posti letto disponibili: dal 21 febbraio, giorno di inizio dell’emergenza, al 7 aprile, Babcock ha effettuato 3.409 missioni e 1.679 ore di volo.

Con oltre 35 anni di esperienza nel settore dei servizi di emergenza aerea in Italia, i suoi 52 elicotteri, 270 piloti e la gestione di oltre il 60% delle basi presenti sul territorio, Babcock è il più grande operatore di servizi di elisoccorso del Paese. Inoltre, gestisce il servizio nazionale di antincendio, attraverso la flotta dei 19 Canadair, la più grande al mondo.

“Sin da subito, Babcock ha adottato tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza del suo personale, che include equipaggi di volo e operatori sanitari. La loro sicurezza è da sempre la nostra priorità – ha commentato Giulio Fini, CEO di Babcock Italia – Stiamo lavorando intensamente per supportare i Servizi di Emergenza Territoriale 118 e 112 di tutta Italia, garantendo la piena operatività del servizio di elisoccorso, che include anche il trasporto di pazienti, per ottimizzare l’uso dei posti letto nelle unità di terapia intensiva presenti sul territorio. La certificazione di un’area di atterraggio utilizzabile anche di notte è una ulteriore prova dell’impegno di Babcock nel supporto ai servizi sanitari in questo difficile momento. Siamo e saremo sempre al fianco di istituzioni e cittadini, per fronteggiare insieme questo delicato momento”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.