Quantcast
Coronavirus, Siad: "In calo il consumo di ossigeno negli ospedali, sale quello nelle case” - BergamoNews
Raggiunto il picco

Coronavirus, Siad: “In calo il consumo di ossigeno negli ospedali, sale quello nelle case”

"Ad oggi riteniamo di aver raggiunto sicuramente “il picco” dei consumi ospedalieri e confidiamo in una discesa controllata”. Afferma Paolo Cao, direttore commerciale e delle operations di Siad. 

“I consumi di Ossigeno Liquido ed in bombole agli Ospedali si sono assestati e, quasi seguendo il profilo della curva della pandemia, mostrano segni di riduzione negli ultimi giorni. I consumi di Ossigeno domiciliare restano invece ancora in crescita. Comunque, in sintesi ad oggi riteniamo di aver raggiunto sicuramente “il picco” dei consumi ospedalieri e confidiamo in una discesa controllata”. Afferma Paolo Cao, direttore commerciale e delle operations di Siad. 

Uno sforzo per la produzione di ossigeno liquido che lo stabilimento di Osio Sopra ha raccolto sin da subito con l’emergenza Coronavirus. 

“Quando è arrivata la chiamata, nessuno si è tirato indietro. Tutti abbiamo dato la completa disponibilità a lavorare su turni, sette giorni su sette, anche con mansioni nuove” puntualizza Giovanni Assolari, responsabile del Reparto Imbombolamento Gas. La richiesta si è concentrata sull’ossigeno impiegato nella cura dei pazienti con Covid-19.

siad

“Dal 7 marzo abbiamo potenziato la produzione, dedicandola quasi esclusivamente all’ossigeno, decuplicando il numero di bombole prodotto. Grazie al grande senso di responsabilità di tutti gli operatori, stiamo rifornendo con continuità l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’ospedale di Treviglio, l’ospedale di San Giovanni Bianco, l’Humanitas Gavazzeni e diverse cliniche e case di cura nella bergamasca” aggiunge Assolari. La capacità di riorganizzarci rapidamente e di formare al nostro interno gli addetti per un veloce cambio di mansione, ci ha permesso di organizzare una squadra specializzata nella produzione di ossigeno medicale con più di trenta operatori. Colleghi, nella maggior parte trasferiti dal reparto di produzione gas e miscele speciali, che hanno espresso all’unanimità il desiderio di essere d’aiuto, mettendosi a completa disposizione, in molti casi anche su iniziativa” prosegue Assolari.

La competenza e la professionalità di ognuno hanno consentito anche di implementare una nuova organizzazione della attività, al fine di snellire e rendere il processo il più rapido possibile. In meno di 24 ore, recuperiamo dalle strutture ospedaliere le bombole di ossigeno vuote, procediamo all’igienizzazione esterna e alla bonifica di eventuali residui interni. Seguono, poi, il riempimento, l’analisi di laboratorio e i check del corretto funzionamento delle valvole. Un processo che, per le ordinarie logiche produttive, può richiedere anche diverse settimane. Ora riusciamo a completare l’intero ciclo in meno di 24 ore senza ridurre il numero di controlli o la qualità del prodotto – continua il responsabile del Reparto Imbombolamento Gas -. Anche la logistica è stata ripensata, sempre con l’obiettivo di accorciare i tempi di recupero delle bombole vuote e di consegna di quelle pronte all’uso, impiegate principalmente nei pronto soccorso, a bordo barella o letto. Dai passaggi settimanali, siamo arrivati a viaggi quotidiani. Inoltre, i centri di collaudo lavorano senza sosta e per evitare ogni minima interruzione del processo, abbiamo provveduto per tempo a ordinare tutti i materiali, i ricambi necessari, a recuperare anche bombole ancora fuori sede e a ordinarne di nuove grazie alla collaborazione con Tenaris”.

“Oltre alla tecnologia, alla spinta all’innovazione e alla capacità di rapida riorganizzazione di Siad, il valore aggiunto è arrivato dalle persone. Per tutti noi questo momento è vissuto come una missione e l’impegno è totale, come il senso di responsabilità. Lavoriamo rispettando le norme di sicurezza, indossando mascherine, guanti protettivi e occhiali. Non è semplice per attività che richiedono un notevole sforzo fisico. Tutti noi di Siad siamo uniti, una grande squadra, coraggiosa e instancabile ­­­­­che vuole aiutare a curare chi sta soffrendo”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
tenaris dalmine
Dalmine
Coronavirus, Tenaris realizza a tempo record le bombole per ossigeno Siad
ossigeno siad al papa giovanni
Bergamo
Coronavirus, Siad incrementa l’ossigeno all’ospedale Papa Giovanni
Generico gennaio 2020
La società bergamasca
Coronavirus, Siad: “Nessun contagio nelle filiali in Cina”
siad stabilimento osio sopra
Premio industria felix
Siad premiata come migliore impresa a vocazione internazionale
siad
Il riconoscimento
Federchimica assegna a Siad il premio Responsible Care
Le foto storiche di Oriocenter
L’allarme
Il virus colpisce anche i grossi centri commerciali
Ospedale Alzano isolato
Il blitz
Coronavirus, i Nas all’ospedale di Alzano: avviata indagine dalla Procura di Bergamo
ricerca scientifica
All'ospedale di bergamo
Coronavirus, Fondazione Artet promuove uno studio di ricerca sulla coagulazione del sangue
Humanitas Voice
L'iniziativa
Humanitas Voice: in podcast storie dal fronte della cura insieme a personaggi famosi
Generico maggio 2020
La novità
Siad lancia l’App per ordinare il gas da smartphone
siad
Il riconoscimento
Certificazione “Halal” per Siad, i suoi gas alimentari sono conformi alla legge islamica
siad compressore
Una commessa complessa
Siad realizza un compressore su misura per una nave petrolifera
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI