BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Montalbano, Il 7 e l’8 o Stasera tutto è possibile? La tv del 6 aprile

Ecco il palinsesto delle reti televisive per la prima serata di lunedì 6 aprile

Per la prima serata in tv, lunedì 6 aprile su RaiUno alle 21.25 andrà in onda la fiction “Il commissario Montalbano”, con Luca Zingaretti e Cesare Bocci.

Verrà proposto l’episodio intitolato “Un diario del ’43”. Tre storie arrivano a Montalbano dal passato: la scoperta di un diario scritto nell’estate del 1943 da un ragazzo dove confessa di aver compiuto un atto terribile all’indomani dell’8 settembre 1943. Un novantenne, vigatese di nascita, che si presenta a Montalbano chiedendogli un favore e contemporaneamente un altro novantenne, Angelino Todaro, uno dei più ricchi imprenditori della città, viene trovato morto. Tra le luminarie della festa di San Calorio, Montalbano capirà che le tre storie sono collegate tra loro, ma in modo del tutto sorprendente…

Canale5 alle 21.20 trasmetterà il film “Il 7 e l’8”, con Ficarra e Picone. 6 gennaio 1975: in una clinica palermitana, le culle dei neonati Tommaso e Daniele vengono scambiate. Una trentina d’anni dopo, i due si incontrano per caso: anzi, si scontrano per strada, l’uno di corsa perché in ritardo a un’audizione in università, l’altro mentre scappa dai poliziotti che lo inseguono per contrabbando di falsi cd. Il destino, insomma, li riunisce, ha voglia di rimettere le cose a posto e così sarà, dopo ricerche, bisticci e malintesi…

RaiDue alle 21.20 riproporrà “Stasera tutto è possibile”, il comedy show andato in onda lo scorso autunno. Con la conduzione di Stefano De Martino, in questa puntata saranno ospiti: Mariano Bruno, Maurizio Casagrande, Nunzia De Girolamo, Sergio Friscia, Lisa Fusco, Biagio Izzo, Mercedesz Henger e Ariadna Romero.

Il tema sarà il Brasile, con giochi, musiche e coreografie con ispirazione carioca e tanti dei giochi che hanno conquistato il pubblico, a partire dalla Stanza inclinata, ormai icona del programma. Voglia di mettersi in gioco e capacità di improvvisazione saranno fondamentali.

Su RaiTre alle 21.20 l’appuntamento è con “Report”, il programma di inchieste condotto da Sigfrido Ranucci. La trasmissione proporrà un nuovo viaggio nell’Italia colpita da Covid-19: il filo conduttore sarà la guerra dei tamponi dal nord fino in Sicilia, dai protocolli seguiti, ai controlli sulle zone più esposte, ai dati sui contagi.
In una nota viene spiegato: “Le telecamere di Report sono andate a Bergamo, la provincia con il più alto numero di morti e di contagiati in Italia. Forse la pandemia poteva essere contenuta o anche solo rallentata. A inizio marzo si era deciso di chiudere la città e trasformare la provincia in una zona rossa. Come mai non è più accaduto? Chi ha influenzato le scelte del governo? Grazie a testimonianze inedite verrà raccontata la catena di errori fatta negli ospedali della provincia bergamasca.

Report è stato anche in Veneto dove la strategia adottata in provincia di Padova ha fermato il contagio. Lo scorso 23 marzo muore per coronavirus il direttore del parco archeologico di Siracusa, Calogero Rizzuto. Nei primi giorni di febbre gli viene negato il tampone. Viene ricoverato in ospedale solo quando è già molto grave. Intanto si contagia la sua più stretta collaboratrice, che morirà due giorni dopo di lui. Si contagiano anche altri colleghi, alcuni vengono ricoverati, altri restano in isolamento a casa. Ma quali sono le misure di contenimento e prevenzione prese dalle istituzioni? E come funziona il sistema dei laboratori accreditati per analizzare i tamponi?

La Campania è, tra le regioni del Sud, la più esposta al rischio di un crollo del sistema sanitario se crescono i contagi. Con quasi 6 milioni di abitanti, la regione governata da De Luca punta soprattutto a vigilare sul rispetto della quarantena. Ma negli ospedali, anche quelli che si tenta di adeguare all’emergenza, medici e infermieri lottano con dispositivi inadeguati, tende per il pre-triage posizionate nei luoghi sbagliati, intere zone prive di strutture, mentre ospedali fantasma attendono di essere inaugurati. Si vedrà infine come evolve la situazione in Cina, tra la riapertura di Wuhan e la paura dei contagi di ritorno”.

Su Rete4 alle 21.25 “Quarta Repubblica”, condotto da Nicola Porro. Il giornalista è guarito dal Coronavirus e riprende il suo programma sostituendo “Stasera Italia” che ne aveva preso il posto.

Quarta Repubblica era stato sospeso a inizio marzo, con la scoperta che Nicola Porro era risultato positivo al Coronavirus. Il conduttore non ha avuto bisogno di ricovero e ha contratto la malattia in una forma non grave, ma con tosse e forte febbre. “Sono finalmente libero, sono ufficialmente guarito dopo i due tamponi negativi. Non è stata una passeggiata. Il virus peggiore è farsi paralizzare dalla paura”, aveva detto martedì 31 marzo, Nicola Porro.

Per chi preferisse vedere un film, su Italia1 alle 21.25 “Harry Potter e i doni della morte – Parte I”; su La7 alle 21.15 “L’uomo della pioggia”; su Cielo, canale in chiaro di Sky, alle 21.15 “Man on fire – Il fuoco della vendetta”; su La5 alle 21.05 “Rosamunde Pilcher – La sposa indiana”; su Iris alle 21 “Sfera”; e su Italia2 alle 21.15 “True legend”.

Su Rai5 alle 21.15 verrà proposto il documentario “Salman Rushdie 1”. Per quasi 12 anni, Salman Rushdie è vissuto recluso, sotto scorta e sotto falsa identità. La fatwa che ne invocava l’esecuzione fu pronunciata nel 1989 dopo la pubblicazione del suo libro “I versi satanici”, considerato blasfemo.

Su La7D alle 21.30 il telefilm “Joséphine, Ange Gardien”, con Mimie Mathy. Andrà in onda l’episodio intitolato “Il beneficio del dubbio”. Josephine sta aiutando Simon per cercare di rimuovere tutti i sospetti e le voci che incombono su di lui per l’omicidio di suo fratello….

Da segnalare, infine, su Rai4 alle 21.20 il telefilm “Siren”; su Mediaset Extra dalle 9 “Grande Fratello Vip – Live” e su Real Time alle 21.20 il docu-reality “Vite al limite: e poi”.

 

Questi sono i programmi previsti per stasera salvo variazioni dell’ultimo momento apportate dalle reti televisive.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.