BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Freschissimi e saporiti, i cipollotti freschi: gustali con tagliatelle e salsiccia

Bianchi o rossi, sono contraddistinti da un'inconfondibile aroma. Fra le varietà su cui si può contare c'è il rinomato cipollotto calabrese e i prezzi sono nella norma

Sono i cipollotti il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia ce n’è una buona disponibilità di raccolto freschissimo proveniente al momento dagli areali produttivi dell’Italia centro-meridionale.

Bianchi o rossi, sono contraddistinti da un’inconfondibile aroma. Fra le varietà su cui si può contare c’è il rinomato cipollotto calabrese e i prezzi sono nella norma.

Man mano diventeranno reperibili anche con origine locale, ma l’irrigidimento delle temperature notturne di questi giorni ha fermato le attività in campagna.

Ortaggi di stagione, annoverano svariate proprietà per la salute e il benessere dell’organismo. Ricchi di potassio, calcio e fosforo, svolgono un’azione emolliente e decongestionante, alleviano i sintomi delle malattie della gola, come tracheiti, bronchiti e raffreddori stagionali.

Inoltre, viene loro attribuita una funzione diuretica e depurativa: per questo, generalmente, vengono inseriti anche nelle diete per il controllo del peso e sono particolarmente adatti a chi soffre di ritenzione idrica.

In cucina si possono consumare sia crudi sia cotti e sono ottimi mangiati singolarmente, ma anche in insalata, grigliati oppure come fondo di cottura. Estremamente versatili, si usano per preparare primi piatti (pastasciutta o risotto e zuppe di legumi, come nella pasta e fagioli) e secondi (carne, pesce o torte salate).

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, si rilevano aumenti per le arance Tarocco: la forte richiesta in un momento in cui la stagione volge al termine spinge le quotazioni verso l’alto. Siamo ad aprile, l’annata è stata piuttosto avara e alcuni marchi addirittura non hanno più questa tipologia di agrume.

C’è ancora una discreta disponibilità di arance bionde spagnole e, fisiologicamente, è in arrivo in quantitativi sempre più significativi merce dall’Egitto.

Aumentano – in misura meno incisiva – anche i limoni. In questo caso il prodotto siciliano e spagnolo hanno lo stesso valore medio di mercato. Quello nazionale si può trovare naturale non trattato con un costo maggiore.

Verso il fine-settimana un’offerta meno insistente ha portato a un incremento del prezzo delle fragole, originarie da Basilicata e Sicilia: si attesta a livelli coerenti con la stagione mentre prima era basso.

Prosegue l’offerta delle nespole, che arrivano dalla Spagna ma non c’è ancora molta attenzione su questa referenza: probabilmente bisognerà attendere l’innalzamento delle temperature.

Accanto alle pere William bianche e rosse inizia l’offerta Abate proveniente dal Cile. Il prodotto esprime un livello di maturazione ancora particolarmente acerbo (viene staccato prima per motivi logistici).

Passando alle verdure, salgono i prezzi degli asparagi per effetto di una forte contrazione della produzione di alcuni areali in Puglia. I bruschi raffrescamenti e le precipitazioni a carattere nevoso hanno compromesso significative percentuali del raccolto.

Sono stabili i carciofi e l’interesse del consumatore non sembra di particolare rilievo. La referenza di nicchia è quella ligure, maggiormente selezionata.

Aumentano i cavolfiori e i broccoletti verdi. In questo momento l’offerta è legata prettamente a Puglia e Campania: non c’è ancora il prodotto del centro-nord Italia.

Non si registrano particolari variazioni per i fagiolini di tipo Boby, per i quali persiste una forbice di prezzi piuttosto ampia tra la merce marocchina e siciliana. Quest’ultima costa quasi il doppio perchè ha caratteristiche diverse ed è più fresca.

Sono stabili i finocchi, le zucchine e le insalate mentre è piuttosto arenato il mercato delle lattughe: questa situazione porta le loro quotazioni a valori inferiori del solito. Sono soprattutto locali e i prezzi non stimolano l’arrivo da altri areali produttivi.

Per concludere, si rilevano rincari per i peperoni: al prodotto spagnolo e siciliano si affianca il nuovo raccolto olandese e quest’ultimo è più caro di quello iberico.

Va annotato che a seguito del nuovo decreto per ridurre i rischi di contagio per la pandemia del Coronavirus sono state prorogate le restrizioni fino al 13 aprile, il mercato ortofrutticolo rimane chiuso ai privati consumatori: la clientela privata può rivolgersi alla clientela professionale (fruttivendoli e ambulanti) che si è ben organizzata per effettuare consegne a domicilio.

La ricetta della settimana

tagliatelle cipollotti salsiccia giallozafferano

TAGLIATELLE CON CIPOLLOTTI E SALSICCIA
(da GialloZafferano)

INGREDIENTI

Salsiccia 200 g
Tagliatelle all’uovo 320 g
Cipollotto fresco 250 g
Olio extravergine d’oliva 40 g
Concentrato di pomodoro 10 g
Pecorino romano 40 g
Brodo di carne 3 mestoli
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

PREPARAZIONE

Per realizzare le tagliatelle con cipollotti e salsiccia, abbiate cura di avere il brodo di carne pronto (ne serviranno 3 mestoli); poi eliminate le foglie esterne e la parte più verde ai cipollotti, quindi spuntateli e affettateli a rondelle. Incidete per il lungo il budello della salsiccia e sfilatelo dalla carne.

In un tegame scaldate l’olio di oliva, poi unite i cipollotti, salate, pepate e lasciate rosolare qualche minuto, per ammorbidirli.

Unite la salsiccia leggermente sgranata, saltate per un paio di minuti e aggiungete un po’ di brodo di carne caldo. Unite il concentrato di pomodoro e mescolate per incorporarlo bene.

Versate ancora un paio di mestoli di brodo e cuocete per circa 10 minuti. Nel frattempo portate ad ebollizione dell’acqua salata per la cottura delle tagliatelle. Cuocete le tagliatelle al dente, poi scolatele e tuffatela direttamente in padella.

Insaporite con il formaggio grattugiato e mescolate un’ultima volta. Servite le tagliatelle cipollotti e salsiccia ben calde.

CONSIGLIO

In alternativa al concentrato di pomodoro potete utilizzare dei pomodorini freschi, regolando la dose di brodo in base alla consistenza del sugo. Potete utilizzare in alternativa del brodo vegetale, risulterà solo leggermente meno saporito!

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.