BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Coronavirus, Ats: “Oltre 200mila dispositivi di protezione distribuiti in un mese”

L'elenco nel dettaglio. Fondamentali le donazioni di alcune realtà associative del territorio

Sono oltre 200.000 i dispositivi di protezione individuale che l’Ats Bergamo ha distribuito dal 28 febbraio al 29 marzo.

Nel dettaglio 166.085 mascherine chirurgiche, 18.866 maschere FFP2, 3.456 camici/tute, 670 saturimetri, 4.200 confezioni di gel per le mani, 6.482 paia di guanti, 1.018 copricapo, 670 sovra scarpe, 720 occhiali.

54.579 DPI sono andati alla medicina territoriale (medici e pediatri) 33.958 mascherine chirurgiche, 12.944 maschere FFP2, 75 camici/tute, 670 saturimetri, 4.200 confezioni di gel per le mani, 2.732 paia di guanti.

5.294 DPI sono andati alla continuità assistenziale e agli ambulatori pediatrici che hanno ricevuto 3.509 mascherine chirurgiche, 715 maschere FFP2, 538 camici/tute, 500 paia di guanti, 32 occhiali.

Alle USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) sono andati 4.772 DPI: 670 mascherine chirurgiche, 533 maschere FFP2, 670 camici/tute, 1.250 paia di guanti, 670 copricapo, 670 sovra scarpe, 309 occhiali.

All’Ufficio Sindaci per gli Ambiti l’Agenzia di Tutela della Salute ha consegnato 76.500 DPI: 71.000 mascherine chirurgiche, 1.200 maschere FFP2, 2.000 camici/tute, 2.000 paia di guanti, 300 occhiali.

Per le Unità CAD (Continuità Assistenziale Diurna) sono stati destinati 1.122 DPI: 348 mascherine chirurgiche, 174 maschere FFP2, 173 camici/tute, 348 copricapo, 79 occhiali.

Alle RSA (residenze sanitarie assistenziali) sono stati distribuiti 46.200 DPI: 44.800 mascherine chirurgiche e 1.400 maschere FFP2.

Per le ADI (assistenza domiciliare integrata) 11.900 DPI: 10.000 mascherine chirurgiche e 1.900 maschere FFP2.

Infine sono andate 1.800 mascherine chirurgiche ai CSS (Comunità Socio Sanitarie per Disabili) e RSD (Residenze Sanitarie Assistenziali per Disabili).

Questi Dpi sono arrivati ad Ats anche grazie alle donazioni di realtà associative del territorio (ma non solo), con un significativo intervento da parte della Fondazione della Comunità Bergamasca e dell’Associazione Diakonia onlus.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.