BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tenaris, gli operai che continuano a lavorare per produrre bombole per contagiati: 600 pronte

Quando la direzione ha deciso di chiudere molti reparti per l'emergenza Coronavirus, in trenta hanno deciso di proseguire: mercoledì terminato il primo lotto

Quando la direzione della Tenaris Dalmine ha deciso di chiudere molti reparti per l’emergenza Coronavirus, gli operai di quello bombole hanno deciso di continuare a lavorare per produrre i loro prodotti, preziosissimi per i pazienti Covid.

Nello stabilimento si producono solitamente tubi in acciaio senza saldatura, bombole e componentistica auto. Gli operai sono circa 1600 ma, vista la situazione attuale, diverse aree sono state chiuse. Quella delle bombole, però, grazie alla disponibilità di alcuni operai, va avanti.

Grazie a 30 dipendenti che si sono messi a disposizione per fornire al Gruppo SIAD, azienda specializzata nella fornitura di gas compressi, un grande lotto di bombole da 14 litri per uso medicale in tempi record.

Mercoledì primo aprile è stata ultimata la realizzazione delle prime 600, come annuncia l’azienda:

A causa del Coronavirus nella nostra zona è aumentata di molto la richiesta di bombole per ossigeno e gas medicinali. Questi contenitori vengono utilizzati nelle ambulanze e postazioni mobili di terapia intensiva che sono state attrezzate per fronteggiare la carenza delle postazioni fisse negli ospedali.

I fornitori di gas non sapevano più dove reperire questo bene di prima necessità in questo momento. Anche perché non è possibile utilizzare bombole destinate a usi diversi, dato che i contenitori per il gas a uso medico hanno necessità particolari in quanto a trattamenti di pulizia interna.

Ecco quindi l’importante contributo dei dipendenti Tenairs, definiti dall’azienda #gentedacciaio.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.