Oltre l'emergenza

Radici Group, pronto il tessuto speciale: i primi 5 mila camici al Papa Giovanni

RadiciGroup ha prodotto un tessuto non tessuto dalle elevate performance e ha dato vita a un progetto espressione della flessibilità e della capacità bergamasca di rispondere alle sfide più complesse. I primi 5 mila camici realizzati saranno donati da RadiciGroup all’Ospedale Papa Giovanni XXXIII di Bergamo.

Camici, copricapo e calzari per proteggere medici, infermieri e personale sanitario nelle battaglie quotidiane contro il Coronavirus: RadiciGroup con la sua divisione specializzata nella produzione di un tessuto non tessuto dalle elevate performance ha dato vita a un progetto espressione della flessibilità e della capacità bergamasca di rispondere alle sfide più complesse.

“Siamo abituati a produrre materiali dalle alte prestazioni – ha sottolineato Angelo Radici, Presidente di RadiciGroup – e ci siamo chiesti come potevamo essere di aiuto in questa emergenza. Abbiamo così coinvolto altre aziende del territorio che immediatamente si sono schierate per mettere a punto una filiera credibile e certificata e far fronte alla necessità di protezione dei nostri medici”.

Angelo Radici

RadiciGroup ha già pronti oltre 10mila metri di tessuto, per i quali sono già state fatte le prove di accoppiamento con un film protettivo e impermeabile realizzato dall’azienda bergamasca Plastik.

“Collaboriamo da lungo tempo con RadiciGroup – ha detto Gianangelo Cattaneo, Presidente di Plastik – nel quale riconosciamo un autentico partner di lavoro. Quando ci hanno contattato per questo progetto la risposta è stata subito “sì”: un’azione concreta delle aziende della bergamasca per rispondere a un’emergenza del territorio. Il nostro compito è stato quello di unire al tessuto non tessuto di RadiciGroup uno speciale prodotto che lo rendesse antibatterico e traspirante e quindi resistente agli agenti infettivi”.

Le prove di idoneità per uso medicale sono state effettuate e validate dal Centrocot di Varese.
Importantissima anche la risposta e la tempestività di alcuni confezionisti locali che si sono messi subito in gioco per realizzare gli indumenti secondo i modelli in uso al personale sanitario che sono stati messi a disposizione dall’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

“Fino all’ultimo risultato, dell’ultimo test effettuato – conclude Angelo Radici – siamo stati “prudenti”: si tratta di materiali che devono proteggere chi ogni giorno è in prima linea contro il Covid-19. Dovevamo avere la certezza assoluta che i dispositivi garantissero la sicurezza al personale sanitario. Ora che è arrivata la certificazione sono francamente molto soddisfatto e orgoglioso perché ho visto una grande capacità

di fare squadra tra le varie realtà del territorio che abbiamo coinvolto in questo progetto. Ora siamo a disposizione per offrire il nostro contributo in un momento di assoluta emergenza come quello che stiamo vivendo”.

I primi 5 mila camici realizzati saranno donati da RadiciGroup all’Ospedale Papa Giovanni XXXIII di Bergamo.
Successivamente il Gruppo sarà a disposizione di associazioni, enti ospedalieri e realtà sanitarie che avranno bisogno di reperire la materia prima o i DPI confezionati (contattare wecare@radicigroup.com).

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Marino Signori
Aveva 61 anni
Coronavirus, Bergamo piange un altro medico: addio a Marino Signori
operai tenaris
#gentedacciaio
Tenaris, gli operai che continuano a lavorare per produrre bombole per contagiati: 600 pronte
papa Giovanni
L'iniziativa
Emergenza Coronavirus, tante preghiere a papa Giovanni: un sito le raccoglie
Negozio Leggero
Bergamo
Emergenza Coronavirus: nasce la spesa solidale alla spina per aiutare chi è in difficoltà
Giorgia Marchesoni
L'incarico
Emergenza Coronavirus: a Parre arriva il nuovo medico di base
serbatoi ossigeno coronavirus ospedale da campo letto
Le caratteristiche
Ospedale da campo, impianto d’ossigeno da 40mila litri realizzato in tempi record
neonata
Fiorano al serio
Beatrice, un mese di vita, torna a casa dopo la battaglia contro il Coronavirus
Generico aprile 2020
Val seriana
Poliplast dona 4mila camici per i medici della bergamasca
radici group
Il gruppo
RadiciGroup chiude il 2019 con un fatturato di 1.092 milioni di euro
radici group
La novità
Dalla ricerca e dall’innovazione di RadiciGroup nasce “Radici InNova”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI