La scienza non va in quarantena - BergamoNews
Comitato giovani

La scienza non va in quarantena

Il Comitato Giovani di BergamoScienza propone le iniziative di divulgazione via web “ComodaMente Scienza!” e “Don’t try this at home”

La lunga quarantena che stiamo vivendo ha sconvolto i piani di tutti, compresi i ragazzi del Comitato Giovani di BergamoScienza. L’attività ordinaria prevedeva l’organizzazione di eventi divulgativi in presenza, fra i quali c’erano quiz interattivi e incontri d’orientamento per gli studenti delle scuole superiori. È evidente che tutto questo debba essere ripensato. Chiaramente il pensiero è stato rivolto immediatamente al Web e ai social, sui quali hanno lanciato la #gimme6challenge. I partecipanti alla sfida dovevano girare un breve video, intenti a lavarsi le mani seguendo le sei mosse suggerite dall’OMS.

Nel cercare materiale affidabile per dare un fondamento scientifico alla challenge, i ragazzi del Comitato Giovani di BergamoScienza si sono imbattuti nelle registrazioni di conferenze presentate al Festival qualche anno fa. Ciò che hanno trovato non poteva essere più attuale: già nel 2017 a BergamoScienza si parlava di come lavarsi le mani possa salvare la vita o di quali siano i rischi di un’epidemia nel nostro mondo iperconnesso. Oltre a questo, ovviamente c’era molto altro: tutte le conferenze di BergamoScienza dal 2017 ad oggi. Questa riscoperta ha portato alla consapevolezza dei ragazzi al fatto che questo patrimonio non potesse rimanere nascosto su qualche server, era infatti necessario trovare un modo per rendere disponibile tutto ciò comodamente.

Ecco quindi che hanno sviluppato il progetto “ComodaMente Scienza!”, una raccolta delle migliori conferenze di BergamoScienza, selezionate e catalogate dal Comitato Giovani.

Tutti gli interventi sono suddivisi per argomento: si spazia dalla tecnologia alla medicina alla crisi climatica. Dunque, se hai voglia di scoprire il segreto della vita o sapere se gli autoveicoli autonomi sono sicuri o ancora capire come cucinare al meglio la carne, “ComodaMente Scienza!” è il posto giusto per farlo. Inoltre è stata creata anche una sezione dedicata alle conferenze in lingua originale, per imparare, oltre alla scienza, anche l’inglese. L’iniziativa non è solo pensata per chi non sa più che serie Tv guardare, ma è anche ottimo per gli studenti che non ne possono più di sentir parlare il proprio professore. E allora perché non farsi spiegare da un premio Nobel i meccanismi della regolazione genica?

Mentre i “grandi” guardano una conferenza, cosa fanno i piccini? Il Comitato Giovani ha pensato anche a questo. Parallelamente a “ComodaMente Scienza!” è stata ideata anche “Don’t try this at home”, una raccolta di esperimenti adatti allo svolgimento domestico. Tra questi vi è la spiegazione di come gonfiare un palloncino senza soffiare o addirittura come far sbocciare un fiore. Tutte le esperienze sono descritte passo a passo e sono corredate da una breve spiegazione del fenomeno. Molto importante è che registriate un video o scattiate una foto dell’esperimento e che li carichiate nell’apposita sezione del sito di BergamoScienza, così da creare una grande comunità di piccoli scienziati #distantimauniti.

Trovate tutte queste iniziative sul sito www.bergamoscienza.it e sui profili Instagram @comitatogiovanibgs e @bergamoscienza.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it