BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Deputati Pd scrivono a Conte e Gualtieri: “Contributo straordinario di emergenza alle province più colpite”

Tra i firmatari della lettera i parlamentari bergamaschi Martina e Carnevali

In una lettera inviata mercoledì mattina al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Ministro Roberto Gualtieri, i deputati PD Maurizio Martina, Elena Carnevali, Luciano Pizzetti, Marina Berlingheri e Alfredo Bazoli, eletti nelle zone più colpite dal virus, chiedono al governo un intervento economico straordinario di emergenza per alcune province tra cui Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza.

“È drammaticamente noto come la pandemia da Covid 19 in Italia abbia colpito in particolare le nostre terre da ormai diverse settimane. L’impatto di questa tragedia, prima di tutto in termini umani per le migliaia di persone scomparse, è incancellabile e lascerà un segno indelebile nel futuro delle nostre comunità e di intere generazioni” si legge nella lettera.

E ancora: “In questa assoluta emergenza, le nostre comunità stanno lavorando incessantemente da settimane per tutelare al meglio cittadini, famiglie e imprese, mobilitando il massimo della responsabilità civica e attingendo allo straordinario bacino degli amministratori locali, del volontariato e dell’associazionismo diffuso, dell’iniziativa privata. Gli esempi di questa solidarietà operativa sono innumerevoli e diffusi nelle grandi città come nei centri più piccoli. Le amministrazioni locali in particolare, a partire dai sindaci in prima linea, sono state e sono ancora in queste ore un baluardo insostituibile dello Stato, chiamati quotidianamente a intervenire su molteplici fronti, bel oltre le proprie competenze. Noi riconosciamo l’impegno che il Governo ha profuso sino a qui con scelte difficili ma necessarie e con prime azioni importanti per sostenere lavoratori, imprese, famiglie e enti locali. Condividiamo con voi l’imperativo categorico per non lasciare indietro nessuno, per non perdere nessun posto di lavoro e per non fare chiudere nessuna impresa. E il vostro forte impegno per risposte europee davvero adeguate alla situazione è anche il nostro. In questo quadro, ci sono comunità più colpite, dove l’impatto dell’epidemia e dell’emergenza è stato e sarà ancora, purtroppo, molto radicale”.

Quindi la proposta: “Noi pensiamo che proprio a queste terre e ai loro cittadini lo Stato debba prestare ora un supporto particolare in ragione di ciò che sta accadendo. Per questa ragione, come parlamentari eletti in queste terre, nei prossimi provvedimenti economici che saremo chiamati a varare, vi chiediamo di individuare un contributo straordinario di emergenza alle province più colpite con particolare riferimento a quelle di Bergamo, Brescia, Lodi, Cremona e Piacenza e di definire scelte infrastrutturali utili al rilancio dello sviluppo di queste province”.

I parlamentari concludono così la missiva: “Queste terre hanno certamente le energie e la forza per ripartire ma queste comunità, oggi più che mai, hanno bisogno di sentire vicino l’intero Paese. Vi sottolineiamo questa necessità, consapevoli del vostro impegno e del tributo che le nostre comunità stanno purtroppo dando a questa emergenza destinata a cambiare tutti in profondità”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.