BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Coronavirus: da Ubi Banca 1,2 milioni per gli ospedali di Bergamo, Seriate e Varese

L’iniziativa è parte di un pacchetto di aiuti per complessivi 5 milioni da destinare a istituzioni, centri di ricerca e istituzioni sanitarie impegnate nel contrasto alla diffusione del Covid-19

Il Consiglio di Amministrazione di UBI Banca ha deliberato interventi per complessivi 5 milioni di euro da destinare a interventi diretti e di immediata attuazione, in favore delle aree maggiormente colpite dall’emergenza Covid-19. L’area territoriale che fa capo a Bergamo e che comprende la provincia di Varese è destinataria di erogazioni per 1,2 milioni di euro.

I beneficiari diretti delle erogazioni sono l’Ospedale di Bergamo Papa Giovanni XXIII, l’Ospedale Bolognini di Seriate e l’Ospedale di Varese.

“In un momento così difficile per il nostro Paese sentiamo il dovere di essere ancor più vicini al territorio contribuendo a sostenere le realtà impegnate in prima linea sul fronte dell’emergenza sanitaria – dichiara Luca Gotti, Responsabile Macroarea Territoriale Bergamo e Lombardia Ovest di UBI Banca – Con questo sostegno intendiamo dare una mano a queste eccellenze del sistema sanitario lombardo e nazionale che, nella drammatica eccezionalità che stiamo vivendo, sono messe quotidianamente a dura prova”.

Alla donazione hanno contribuito la Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo e la Fondazione UBI Per Varese.

Il progetto rientra nell’ambito di una serie di interventi urgenti che ha già visto la mobilitazione della banca in favore delle imprese e dei privati direttamente colpiti dall’emergenza di queste settimane e che potranno fare riferimento alle filiali e ai Centri Imprese di loro riferimento.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.