BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio, in arrivo 250mila euro per la morosità incolpevole

Servirà per sostenere economicamente chi abbia avuto la perdita o la consistente riduzione della capacità reddituale a causa dello stop di uffici, negozi e aziende a causa dell'emergenza sanitaria

Buone notizie per il Comune di Treviglio, che si conferma virtuoso nella capacità di intercettare risorse da bandi, contributi e altre misure di sostegno promosse da Regione Lombardia.

Nella delibera di Giunta Regionale 2974 del 23 marzo 2020 è stato infatti definito il riparto del Fondo Inquilini morosi incolpevoli e al Comune di Treviglio è stata assegnata la somma di 175.552,51 euro che servirà per sostenere economicamente chi abbia avuto la perdita o la consistente riduzione della capacità reddituale a causa di licenziamento, mobilità, cassa integrazione, mancato rinnovo di contratti a termini o di lavoro atipici, accordi aziendali con riduzione dell’orario di lavoro, cessazione dell’attività professionale, malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato la riduzione del reddito.

L’intervento economico sarà a supporto di nuclei famigliari titolari di un contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato, che risiedano nell’alloggio da almeno un anno e che siano destinatari di un atto di intimazione di sfratto per morosità con atto di citazione per la convalida.

Il contributo potrà variare da 6mila euro a 12mila euro, aiutando quindi potenzialmente almeno quindici nuclei familiari.

Si sottolinea che dal riparto sono stati esclusi 96 Comuni che non hanno comunicato alcun avanzamento della spesa nelle periodiche rendicontazioni richieste e non hanno raggiunto una spesa pari ad almeno il 15% rispetto alle risorse assegnate fino al 31 dicembre 2019 delle annualità precedenti, elemento che conferma la virtuosità dell’azione di dipendenti e amministratori trevigliesi.

Le notizie positive però non finiscono qui, perché nella stessa DGR Regione Lombardia ha previsto, in considerazione dell’emergenza sanitaria in atto Covid-19, di attribuire ai Comuni la facoltà di riprogrammare i fondi residui destinandoli ad una nuova misura sulla locazione che prevede l’erogazione di un contributo al proprietario a copertura dei canoni di locazione fino a massimo 4 mensilità e comunque non oltre 1.500,00 euro per contratto/alloggio. I residui del Comune ammontano a circa 68mila euro, che l’amministrazione destinerà attraverso bando a evidenza pubblica.

“In questi giorni cosi difficili sul fronte sociale ed economico per gli enti locali queste sono buone notizie che confermano la buona amministrazione del Comune di Treviglio e permettono di incrementare le misure previste a tutela delle famiglie cittadine — commenta il sindaco Juri Imeri —. In questi anni abbiamo attivato una serie di azioni che ci hanno permesso di accedere a questi fondi, e non è la prima volta, permettendo cosi a proprietari di case e inquilini in difficoltà di vedere garantito sia il diritto al pagamento del canone sia il diritto alla casa. Sono molto soddisfatto di queste notizie e con il vice sindaco Prandina, la Giunta e gli uffici cercheremo di essere rapidi a predisporre gli atti necessari a mettere in circolo queste risorse”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.