Bergamo, in campo le unità Usca per curare a casa i malati di Coronavirus - BergamoNews
Squadre speciali ats

Bergamo, in campo le unità Usca per curare a casa i malati di Coronavirus

Con 12 medici le sei Usca per ora sono operative a Dalmine, Bergamo, Albino, Zogno, Grumello, Treviglio ma si sposteranno in tutta la provincia

Si chiamano Usca, Unità speciale di continuità assistenziale, sono sei e sono composte da due giovani medici. Sono loro che da venerdì si muovono sul territorio della provincia di Bergamo per visitare le persone che hanno i sintomi di Coronavirus.

Bergamo è la prima provincia a testare queste unità che in soli due giorni hanno effettuato oltre 170 interventi, “Anche se è un dato sottostimato – afferma Roberto Martinelli, direttore cure primarie di Ats Bergamo -. Le sei Usca per ora sono operative a Dalmine, Bergamo, Albino, Zogno, Grumello, Treviglio ma si sposteranno in tutta la provincia, seguendo le segnalazioni che arrivano dai medici di base”.

Tuta bianca, guanti, mascherina, occhiali, cuffia e calzari sono gli indumenti che servono a questi giovanissimi medici di visitare le persone affette da coronavirus a casa.

“Portiamo con noi saturometri e medicinali in modo da curare da casa questi pazienti senza inondare il Pronto Soccorso dei nostri ospedali – continua Martinelli – I medici sono stati selezionati attraverso un bando pubblicato ad inizio marzo, al quale hanno risposto in tantissimi. Sono giovani ma preparati, alcuni di loro operano già nelle Continuità assistenziali (le vecchie guardie mediche ndr), a loro si affiancano anche due medici della Croce Rossa”.

“Avvisiamo il paziente segnalato dal medico di base sull’orario della nostra visita domiciliare – spiega Giorgio Tiraboschi, giovane medico della Val Serina -. Arriviamo, ci proteggiamo bene con tute, guanti e calzari ed inizia la nostra visita medica a domicilio. Se i pazienti sono gravi vengono inviati in ospedale tramite le ambulanze della Croce Rossa, altrimenti, per i pazienti con sintomi meno pesanti somministriamo ossigeno e medicinali”.

leggi anche
  • L'iniziativa
    Emergenza Coronavirus: le cooperative fanno squadra per garantire i servizi essenziali
  • Coronavirus
    Il presidente dell’Ordine dei Medici di Bergamo: “Qui come il Vajont”
  • I lutti
    Bergamo piange altri due medici, addio ad Aurelio Comelli e Michele Lauriola
  • Punto stampa
    Fontana: “Stiamo proseguendo sulla buona strada”
  • I dati dalla regione
    Coronavirus, rallenta il contagio nella Bergamasca: +137 positivi, erano 187 domenica
  • Aeroporto
    Coronavirus, delegazione di medici polacchi atterra a Orio: opererà a Brescia
  • I fondi dal governo
    Fondi ai Comuni, Misiani: “Aiuti extra per famiglie”, Gallone: “Solo briciole”
  • Troppi decessi
    Coronavirus, i sindacati incontrano Prefetto e Ats: “È allarme nelle case di riposo”
  • Regione lombardia
    Coronavirus, Malanchini: “Bando da 7,5 milioni di euro per finanziare terapie”
  • Unita speciali di ats
    Coronavirus, in 28 giorni 1.035 visite a domicilio dei pazienti positivi gravi
  • Servizio ats
    Sette assistenti sociali per le Usca di Bergamo e provincia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it