È stata tua la colpa, ma la politica pensi al presente e alla ripartenza - BergamoNews
Italia viva bergamo

È stata tua la colpa, ma la politica pensi al presente e alla ripartenza

Quando sarà il momento, noi di Italia Viva saremo i primi a pretendere chiarezza. Troviamo però che in questo momento sia più importante aprire il dibattito su come affrontare il presente e come programmare la ripartenza

La moda del momento è la caccia alle streghe. Chi non ha chiuso subito Nembro e Alzano? Chi non ha avuto la sensibilità di circoscrivere il focolaio e l’ospedale di Alzano? Chi ha invitato i cittadini ad andare a cena al ristorante? È colpa di questo o quel Sindaco, della Regione, della Presidenza del Consiglio…

A noi non interessa accendere la polemica sulle responsabilità di chi non ha chiuso per tempo le zone focolaio di contagio. È evidente che ci sono delle responsabilità così come è evidente che si dovranno istituire commissioni che indaghino. Quando sarà il momento, noi di Italia Viva saremo i primi a pretenderlo: occorre chiarezza. Troviamo però che in questo momento sia più importante aprire il dibattito su come affrontare il presente e come programmare la ripartenza. Pensando però in primo luogo alla sicurezza delle persone.

In questa fase Italia Viva Bergamo ha scelto di non partecipare a un dibattito politico locale spesso sterile e vuotamente polemico. Spesso in ritardo sugli eventi. Ci siamo messi però a disposizione della società. Abbiamo aperto sottoscrizioni, stiamo raccogliendo fondi e materiale di protezione per i medici di base, siamo in contatto con i Sindaci, la Provincia e gli altri partiti. Questo non è il momento delle polemiche e dei protagonismi. Basta post in cui il simbolo di partito è più grande del contenuto di cui si dovrebbe parlare!

Apriamo tavoli tecnici e politici pensando a come affrontare questa situazione, facendo ipotesi che ci portino in una realtà migliore, non semplicemente ricostruendo un passato che conosciamo, ma impiegando questo dramma per dar vita a un futuro più sicuro e migliore. Tavoli in cui non invitare solo i responsabili delle organizzazioni politiche e amministrative, ma quelle persone, intellettuali e imprenditori, che nel mondo universitario, produttivo e sociale si occupano di innovazione e scenari. Italia Viva è pronta, con tutte le competenze e l’entusiasmo dei suoi aderenti.

Renato Sarli e Livia Marcassoli sono i coordinatori provinciali di Italia Viva

leggi anche
  • L'ordine
    Dati sottostimati, così i medici di Bergamo avviano indagine su pazienti sintomatici
    Medico di base
  • Domenica
    Dall’Albania 30 medici per aiutare anche gli ospedali bergamaschi
    Dall’Albania 30 medici per aiutare anche gli ospedali bergamaschi
  • Il ricordo
    Due anni senza il Mondo, ma la sua Clara lo tiene vivo con tante iniziative solidali
    mondonico
  • Istituzioni & dolore
    L’appello trasversale dei sindaci: “Basta attacchi, collaboriamo uniti”
    sindaci bergamaschi riunione coronavirus
  • La replica
    Il sindaco: “San Pellegrino attento e sensibile con le vittime del virus”
    cimitero di san pellegrino
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it