Quantcast
Ribolla: "Riconoscere le ore di straordinario alle Forze Armate" - BergamoNews
La proposta

Ribolla: “Riconoscere le ore di straordinario alle Forze Armate”

"Riteniamo che alle Forze Armate vadano corrisposte le stesse ore di straordinario riconosciute alle Forze di Polizia".

Il deputato bergamasco della Lega Alberto Ribolla rilancia la proposta di riconoscere le ore straordinarie all’esercito in prima fila nella emergenza Coronavirus: “Riteniamo che alle Forze Armate vadano corrisposte le stesse ore di straordinario riconosciute alle Forze di Polizia. Anche i nostri militari stanno dando anima e corpo, 24 ore su 24, per fronteggiare il Covid-19. Ci auguriamo dunque che il governo accolga la nostra proposta durante l’esame del decreto Cura Italia in Parlamento”.

Ciò, spiega “per evitare qualsiasi forma di sperequazione economica dovuta alle differenti remunerazioni previste per questi due comparti, che non ringrazieremo mai abbastanza, e per garantire al tempo stesso la piena funzionalità dello strumento militare in questo particolare momento di emergenza nazionale. Auspichiamo inoltre che venga inserita anche una norma apposita con cui prevedere che il personale già impiegato nell’operazione ‘Strade sicure’, in aggiunta a quello che sarà chiamato a svolgere, attività Covid 19 riceva lo stesso trattamento economico di missione a prescindere dall’area di impiego nella cosiddetta ‘Zona rossa’”.

leggi anche
L'esercito torna a Ponte San Pietro
Sabato mattina
L’esercito torna a Ponte San Pietro: 34 salme dirette a Gemona del Friuli
russi ad albino
Sabato mattina
La squadra dell’esercito russo ad Albino per sanificare le Rsa
Piero Busi
Lo storico sindaco
L’omaggio della valle a Busi: “Uomo d’altri tempi, voleva il bene della sua gente”
Coronavirus Covid cimitero pompe funebri
Bergamo
Coronavirus, le onoranze funebri della Lia: “Nessuno ci ascolta, ci fermiamo”
Generico luglio 2020
Lega nord
Tari, Ribolla: “Palazzo Frizzoni contenga le spese di spedizione”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it