BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fiorello, l’omaggio a Lucia Bosé o Pets – Vita da animali? La tv del 28 marzo

Ecco il palinsesto delle reti televisive per la prima serata di sabato 28 marzo

Per la prima serata in tv, sabato 28 marzo RaiUno alle 21.25 verrà proposto il meglio di ”VivaRaiPlay!”, condotto da Fiorello. Un varietà nel più ampio significato del termine, ricco di comicità, musica, balletti, ospiti e gag.

Su RaiDue alle 21.05 l’appuntamento è con una nuova puntata di “Petrolio – Antivirus”, alla ricerca delle soluzioni per uscire al più presto dall’emergenza. Dopo l’inchiesta della scorsa puntata sul caso Corea, Duilio Giammaria ci mostrerà le inchieste sul campo degli inviati di Petrolio che portano nuovi dati: l’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara apertamente la necessità di una sistematica e aggressiva sorveglianza attiva con l’estensione massima di test per le categorie a rischio e per tutti i casi, anche asintomatici, di possibile sospetto contagio. L’isolamento delle persone e la chiusura di ogni attività non essenziale ci fanno guadagnare tempo, ma per sconfiggere il virus ci vogliono misure attive – test, contact tracing,… – dichiarano gli esperti dell’Oms.
Le sanità delle regioni sapranno organizzarsi all’unisono o cresceranno le differenze tra mezzi a disposizione e su come utilizzarli? L’Italia rimarrà il paese unito auspicato dal Presidente della Repubblica o questa epidemia fa apparire ancora più le differenze tra regioni, tra ceti sociali?
Interverranno nel corso della puntata: Paola De Micheli, Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Pierpaolo Sileri, Viceministro della Salute, Giulio Gallera, assessore regionale al Welfare in Lombardia, Pierluigi Lopalco, epidemiologo dell’Università di Pisa, Andrea Crisanti, docente di virologia all’Imperial College di Londra, Gianluca Galletto, consulente del sindaco di New York per l’emergenza, Marco Bentivogli, segretario generale Fim-Cisl, Emanuele Gatti, presidente della Camera italiana di Commercio con la Germania e i corrispondenti Rai da Parigi, Londra e Pechino.

Per rendere omaggio a Lucia Bosè, recentemente scomparsa, Rai Cultura le dedica – stasera dalle 21.10 su Rai Storia – un doppio appuntamento cinematografico, in cui l’attrice è diretta da due grandi registi: Michelangelo Antonioni e Liliana Cavani. Si comincia con “Binario Cinema” che propone il film di Antonioni con Lucia Bosé, Gino Cervi, Andrea Checchi, Ivan Desny, Alain Cuny, “La signora senza camelie”, in onda per il ciclo “Cinema Italia”. Da commessa in un negozio di Milano, la giovane Clara Manni, per la sua bellezza, viene chiamata a recitare sul grande schermo. La sua prima prova è un successo, e immediatamente, non solo le si spalanca davanti una carriera da protagonista, ma Gianni Franchi, il produttore che l’ha notata e lanciata come attrice, innamoratosi di lei, le chiede anche di sposarla. Sentendosi obbligata dalle circostanze e forzata dall’insistenza dell’uomo, Clara accetta la proposta. Ma il matrimonio non facilita il suo percorso nel mondo del cinema, anzi. Sceneggiatura dello stesso Antonioni con Suso Cecchi D’Amico, Francesco Maselli e Pier Maria Pasinetti. Grolla d’oro a Andrea Checchi. Alle 22.50, poi, sarà la volta de “L’ospite”, scritto e diretto da Liliana Cavani. E’ il 1971, quando, la regista presenta il suo film “I cannibali” di fronte a una platea di degenti di un manicomio di Pistoia. Da questo incontro nasce lo spunto per un film: un giornalista (Glauco Mauri) va a documentarsi delle reali condizioni dei pazienti in un istituto psichiatrico e incontra Anna (Lucia Bosè), una donna ricoverata da vent’anni che, dimessa, rientra in famiglia e si trova estranea al mondo, “ospite”, appunto. Lucia Bosè, allora quarantenne, dopo la separazione dal marito, abita da anni in Spagna con i figli, ma torna spesso in Italia per prendere parte a film d’autore. Risponde alla chiamata di Liliana Cavani con entusiasmo, e si ritrova in un ambiente vero e difficile, quale poteva essere un istituto per malattie mentali, prima della legge Basaglia del 1978. Il film, dopo una distribuzione in sala nel ’72, viene trasmesso sul Nazionale il 24 maggio 1973. Il giorno dopo, il critico Ugo Buzzolan su “La Stampa” scrive che il film conferma “l’impegno artistico e civile della Cavani” e apprezza l'”ammirevole Lucia Bosè, che sa creare un personaggio di profonda tenerezza e drammaticità”.

Su RaiTre dalle 20.30 andrà in onda “Sapiens – Un solo pianeta”. Ecosostenibilità, malnutrizione, spreco alimentare. Che futuro ci aspetta se continuiamo a divorare il nostro pianeta?

Su Rete4 alle 21.25 l’appuntamento è con “Stasera Italia – Speciale Coronavirus. Week-end”, condotto da Barbara Palombelli.

Canale5 alle 21.30 trasmetterà la replica di “Ciao Darwin 8 – Terre desolate”, condotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti.

Per chi preferisse vedere un film, su Italia1 alle 21.30 c’è “Pets – Vita da animali”; su La7 alle 21.15 “Operazione sottoveste”; su Cielo, canale in chiaro di Sky, alle 21.15 “Amori, letti e tradimenti”; su La5 alle 21.05 “Inga Lindstrom – Segreti di famiglia”; su Iris alle 20.35 “Ipotesi di complotto”; e su Italia2 alle 21.15 “La setta delle tenebre”

Su Rai5 alle 21.15 andrà in scena lo spettacolo “Passerotti o pipistrelli?”. Pericle, costretto a vivere su una sedia a rotelle in seguito a un incidente stradale, viene accudito amorevolmente e ossessivamente dalla sorella Beatrice. Approfittando della sua situazione, Pericle tiranneggia psicologicamente le persone che gli sono vicine.

Da segnalare, infine, su Rai4 alle 21.20 il telefilm “Narcos: Messico”; su La7D alle 21.30 il telefilm “Little Murders by Agatha Christie”; su Mediaset Extra dalle 9 “Grande Fratello Vip – Live” e su Real Time alle 21.10 il docu-reality “Vite al limite: e poi”

Questi sono i programmi previsti per stasera salvo variazioni dell’ultimo momento apportate dalle reti televisive.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.