BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Conte, un nuovo decreto: fondi ai Comuni per chi non ha soldi per la spesa

"Coinvolgiamo le nostre prime sentinelle, i sindaci: ci affidiamo a loro. Ho infatti appena firmato un Dpcm che dispone 4.3 miliardi sul fondo di solidarietà comunale, un anticipo del 66% da girare ai Comuni. E  in più 400 milioni, un ulteriore anticipo da dare ai comuni con il vincolo di usarli per le persone in difficoltà"

Il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte sabato sera ha annunciato un nuovo decreto: “Oggi vogliamo dare il segno concreto della presenza dello Stato. Che c’è. Siamo consapevoli che ci sono tante persone che soffrono, sofferenze psicologiche perché non siamo abituati a stare in casa, ma anche sofferenze materiali di chi inizia ad avere difficoltà per i generi alimentari, o per  farmaci. Col ministro Gualtieri abbiamo lavorato per un provvedimento di grande impatto. Coinvolgiamo le nostre prime sentinelle, i sindaci: ci affidiamo a loro. Ho infatti appena firmato un Dpcm che dispone 4.3 miliardi sul fondo di solidarietà comunale, un anticipo del 66% da girare ai Comuni. E  in più 400 milioni, un ulteriore anticipo da dare ai comuni con il vincolo di usarli per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa. Si tratta in sostanza di un buono spesa agli 8000 comuni per generi alimentari, servizi civili e catena del volontariato del terzo settore. Già dall’inizio della prossima settimana i sindaci potranno avviare questi servizi: non vogliamo abbandonare nessuno. Abbiamo previsto misure rafforzate per agevolare le distribuzioni, non vogliamo tassare la solidarietà perciò possono aggiungere un  5-10% della spesa di chi acquista”.

La nuova misura per i Comuni, ha spiegato poi il ministro Roberto Gualtieri, sarà operativa già da domenica

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.