BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

#SosteniAmoBergamo: al via la social challenge

Sul territorio di Bergamo e provincia sono ora attive 14 Unità Territoriali per l'Emergenza Sociale, che hanno bisogno di risorse economiche per aiutare le persone in grave difficoltà

Si concretizzano le prime azioni di #SosteniAMOBergamo, il progetto promosso da Ats Bergamo, Consiglio di Rappresentanza dei sindaci e Fondazione della Comunità Bergamasca, con il sostegno di Fondazione Cariplo, la media partnership di Pernice Comunicazione e la partecipazione di Radio Number One e Fmedia.

Sul territorio di Bergamo e provincia sono ora attive 14 Unità Territoriali per l’Emergenza Sociale, che hanno bisogno di risorse economiche per aiutare le persone in grave difficoltà.

“In questa situazione di grave emergenza sanitaria e sociale – afferma la presidente della Conferenza dei sindaci, Marcella Messina – i cittadini richiedono l’intervento dei servizi sociali in modo forte: sostegno per la spesa e per i farmaci, pasti al domicilio nelle situazioni in cui l’isolamento e la condizione fisica non consente di cucinare, ma anche telefonate di compagnia e contrasto alla solitudine, servizi di orientamento per trovare risposte alle condizioni di salute. Abbiamo bisogno di ossigeno. Ci sono nuclei familiari che si devono dividere, compresi i bambini perché sono a rischio contagio, ci sono anziani che temono l’ospedale e abbiamo bisogno di cure territoriali nel senso più ampio della cura”.

La domiciliarità è il servizio essenziale al centro dell’attenzione, servono reti diffuse vicine alle comunità per garantire la quarantena reale a chi non è entrato in ospedale o è appena stato dimesso.

Per sostenere a raccolta fondi della Fondazione Comunità Bergamasca è partita ieri la challenge #siamotuttibergamaschi, supportata anche dal giornalista Toni Capuozzo. “Parla come che te maiet in bergamasco, dalle mie parti si dice tu as di fevelà come che tu manghis, cioè pane al pane, vino a vino, parlare come mangi e parlare come si mangia adesso vuol dire aiuta, aiutiamo tutti quelli che ne hanno bisogno, siamo tutti bergamaschi”. Una sfida sui social che invita a sentirsi tutti uniti: una frase, un proverbio, un detto in bergamasco, insieme all’invito fondamentale a donare e alla nomination di almeno 3 amici per diffondere la campagna a sostegno dell’emergenza sociale sul territorio.

“Abbiamo ideato questa sfida sui social – racconta Andrea Pernice – per far conoscere e condividere l’orgoglio e la determinazione con cui la comunità bergamasca sta affrontando quest’emergenza Coronavirus, che sempre più sta diventando uno stato di crisi generale, dentro e fuori dagli ospedali. Sosteniamo 14 unità territoriali per fornire supporto alla cittadinanza in difficoltà, l’emergenza e il bisogno ci rendono quanto mai tutti uguali”.

Si è unito alla campagna anche l’attore Giorgio Pasotti, che in un videomessaggio comunica tutta la sua vicinanza: “Grazie per questa iniziativa, è importante, spero che quanti vogliano donare, tanto o poco, siano con noi. Sono lontano, ma vicino nel dramma di tutto quello che sta accadendo a tutti gli amici bergamaschi e ai miei genitori, chiusi in casa. Sono con voi e spero che voi sosteniate questo progetto”.

È possibile contribuire alla raccolta fondi con una donazione a sito
www.fondazionebergamo.it/sosteniamobergamo/ o attraverso un bonifico al conto corrente IT64 D030
6909 6061 0000 0171 968 con la causale #SOSTENIAMOBERGAMO

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.