Gori: "A Bergamo dall'1 al 24 marzo 446 decessi, 348 più della media degli ultimi anni" - BergamoNews
Su twitter

Gori: “A Bergamo dall’1 al 24 marzo 446 decessi, 348 più della media degli ultimi anni”

I decessi ufficialmente dovuti a #Covid19 nel periodo sono 136. Ce ne sono 212 in più

Sul proprio profilo twitter il sindaco di Bergamo Giorgio Gori scrive alcuni dati molto chiari nella loro crudezza:”A Bergamo, dall’1 al 24 marzo, i decessi dei residenti a Bergamo sono stati 446,  348 più della media degli ultimi anni (98). I decessi ufficialmente dovuti a #Covid19 nel periodo sono 136. Ce ne sono 212 in più”.

E ancora: “Con una mortalità all’1,5-2%, i contagiati in città sarebbero tra 17 e 23mila”.

leggi anche
  • In bergamasca
    “Noi denunceremo”: gruppo Facebook raccoglie testimonianze e chiede giustizia
  • La testimonianza
    Mamma di 38 anni: “I miei giorni di lotta contro il virus, in ospedale tra paure e dolore”
  • Il presidente gafforelli
    “Martedì 31 tutti i comuni bergamaschi espongano bandiere a mezz’asta”
  • Valtorta
    Addio a Piero Busi, “istituzione” storica della Valbrembana
  • In lombardia
    Fontana: “Buone notizie, si riducono i contagi, sta per iniziare la discesa”
  • Emergenza coronavirus
    Tutte le informazioni e i servizi nel portale www.bergamoaiuta.it
  • Il bel gesto
    Da Singapore ex poliziotto dona 10mila mascherine alla Questura di Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it