Dalla Gavazzeni 100 pasti al giorno per i volontari dell'ospedale da campo - BergamoNews
L'iniziativa

Dalla Gavazzeni 100 pasti al giorno per i volontari dell’ospedale da campo

La solidarietà: i piatti della mensa lasciano l’ospedale impegnato nella lotta al Covid per arrivare nel luogo in cui presto si aprirà un nuovo fronte di battaglia.

La mensa di Humanitas Gavazzeni aiuta i volontari impegnati nell’allestimento dell’ospedale da campo dell’Associazione Nazionale Alpini, fornendo i pranzi: un centinaio di pasti al giorno, soprattutto secondi piatti e contorni di verdure, lasciano l’ospedale impegnato nella lotta al Covid per arrivare nel luogo in cui presto si aprirà un nuovo fronte di battaglia.

Una collaborazione, quella tra Humanitas Gavazzeni e gli Alpini, ormai consolidata da tempo: dal 2016, infatti, l’ospedale affianca il gruppo di Almenno nell’organizzazione del Campo scuola Giovani Alpini.

In questo momento in cui ognuno è chiamato a fare la sua parte, anche un piccolo gesto come questo fa sentire il calore della solidarietà che si stringe attorno chi opera per sanare la piaga del coronavirus.

“L’emergenza sanitaria richiede l’impegno di ognuno di noi per la realizzazione di progetti a sostegno di tutta la comunità – spiegano da Humanitas Gavazzeni – Questa settimana, in attesa che l’ospedale da campo dell’Associazione Nazionale Alpini entri in funzione presso la Fiera di Bergamo, la mensa di Humanitas Gavazzeni fornirà i pasti ai volontari impegnati nell’allestimento. Un piccolo contributo per fare rete”. 

leggi anche
  • Lo stilista
    Giorgio Armani ora produce camici per la sanità e dona 300mila euro alla Gavazzeni
    Giorgio Armani
  • La proposta
    Cura Italia, Ribolla (Lega): “Stop commissioni sul prelievo bancomat”
    ribolla bancoposta
  • Bergamo
    Arrivati i serbatoi per l’impianto dell’ossigeno dell’ospedale da campo
    serbatoi ossigeno coronavirus ospedale da campo letto
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it