Quantcast
Coronavirus, a Bergamo 1.234 persone a casa con l'ossigeno - BergamoNews
Tra il 13 e il 24 marzo

Coronavirus, a Bergamo 1.234 persone a casa con l’ossigeno

Ats: "Questo tipo di assistenza è particolarmente importante perché consente di seguire in modo idoneo i malati al domicilio, evitando il ricovero negli ospedali che sono al limite della capienza"

Sono 1.234 le persone che tra il 13 e il 24 marzo hanno ricevuto presso il proprio domicilio la bombola di ossigeno liquido necessaria ad aiutarli nella respirazione per contrastare il Covid-19 grazie alla collaborazione tra l’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo, le principali aziende produttrici di ossigeno liquido, i medici di base e le farmacie del territorio.

“L’assistenza domiciliare con l’ossigeno liquido per i pazienti Codiv-19 è particolarmente importante in questo momento perché consente di seguire in modo idoneo questi malati al domicilio, evitando il ricovero negli ospedali che, come sappiamo, sono al limite della capienza – commenta Massimo Giupponi, direttore di Ats Bergamo – Ringrazio le aziende produttrici che si sono messe a disposizione del nostro Servizio farmaceutico per ottimizzare le forniture attraverso la ripartizione del territorio, i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, le farmacie e le forze dell’ordine, che intervengono per il recupero delle bombole esauste, e le UTES. Si tratta di un impegno corale che determina un grande aiuto per l’intero sistema sanitario territoriale nel suo complesso”.

Ats ricorda che sono il medico di base o il pediatra di libera scelta a prescrivere l’ossigeno liquido tramite ricetta rossa; a seguire le farmacie attivano le aziende competenti per il territorio per la consegna al domicilio. Non è quindi necessario (né possibile) che i singoli cittadini si rivolgano autonomamente alle imprese fornitrici.

La destinazione territoriale delle bombole

Bergamo 191

Seriate 139

Dalmine 153

Val Seriana 151

Val Cavallina 101

Val Seriana Superiore e Val di Scalve 106

Valle Imagna e Villa d’Almè 77

Isola Bergamasca 74

Treviglio 69

Val Brembana 41

Grumello del Monte 56

Romano di Lombardia 42

Alto e Basso Sebino 34

Le aziende coinvolte

– Valle Imagna e Villa d’Almè, Valle Brembana: Gas tecnici Foligno srl, Rivoira Pharma srl

– Valle di Scalve: Linde Group

– Romano di Lombardia e Treviglio: Medicair Italia srl

– Bergamo: Medigas Italia srl, Gruppo Siad

– Dalmine e Isola Bergamasca: Sapio Life srl

– Valle Cavallina, Valle Seriana, Alto Sebino, Basso Sebino: Vitalaire Italia spa

– Seriate, Grumello: Vivisol srl

leggi anche
mascherine
L'emergenza
Da Ats nuove mascherine, le analisi epidemiologiche segnalano 4.990 positivi
leggi anche
Vincenza Amato
Il lutto
L’Ats di Bergamo piange la dottoressa Vincenza Amato
Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Bandiere a mezz'asta per Antonio, il giovane giornalista ucciso a Strasburgo
Il presidente gafforelli
“Martedì 31 tutti i comuni bergamaschi espongano bandiere a mezz’asta”
cimitero
Bossico
Luigi ha perso entrambi i genitori: “Due loculi lontani per un cavillo, non si può rimediare?”
Gallera e Caparini
L'emergenza sanitaria
Coronavirus, Gallera: “In Bergamasca 8.060 positivi, 602 in più”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI