Passeggiate con i disabili nonostante le restrizioni: in Lombardia è permesso - BergamoNews
La decisione

Passeggiate con i disabili nonostante le restrizioni: in Lombardia è permesso

La comunicazione è stata trasmessa alle varie Ats lombarde

Passeggiare fuori dalla propria abitazione con una persona disabile anche in tempo di restrizioni: in Lombardia ora si può.

È stato deciso, mercoledì 25 marzo, dalla Giunta di Regione Lombardia di concedere dei brevi spostamenti alle famiglie con disabili “come indispensabile azione di prevenzione delle crisi comportamentali connesse alle relative alle condizioni psicopatologiche”.

Ovviamente, viene sottolineato nella comunicazione, l’accompagnatore dovrà disporre di tutte le misure di protezione per prevenire il contagio da Coronavirus e avere con sé l’autocertificazione compilata da mostrare in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine.

Commenta orgoglioso il consigliere regionale Niccolò Carretta dopo la decisione della giunta lombarda che ha raccolto l’iniziativa di Uniti per l autismo: “Avevamo chiesto, con all’assessore alle politiche sociali del comune di Bergamo Marcella Messina e con le tante famiglie questa deroga che nel giro di poche ore è stata concessa. Si tratta di un bel gesto di vicinanza e sono felice che le richieste, anche in un momento così difficile, siano state ascoltate”.

Passeggiate disabili
Passeggiate disabili
leggi anche
  • I lutti
    Pedrengo piange Jessica e Alen, giovani vittime del Coronavirus
    Jessica Barcella e Alen Nava
  • "ripartiamo insieme"
    Dal Comune di Bergamo un piano per le persone con disabilità e le loro famiglie
    disabilità
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it