Quantcast
È morto don Fausto Resmini, la sua vita accanto agli ultimi - BergamoNews
Chiesa in lutto

È morto don Fausto Resmini, la sua vita accanto agli ultimi

Aveva 67 anni. Si è spento a Como, in terapia intensiva

È morto nella notte tra domenica 22 e lunedì 23 marzo don Fausto Resmini. Aveva 67 anni. Si è spento a Como, in terapia intensiva, colpito da Coronavirus (leggi qui).

Un sacerdote molto conosciuto e amato per la sua scelta di vita: sempre accanto agli ultimi.

“Questa notte don Fausto è tornato alla casa del Padre. Ha combattuto fino alla fine contro questo virus così tremendo. Se ne è andato nel silenzio e nella solitudine della notte, proprio come molti uomini vissuti in strada di cui lui si è preso cura nel suo ministero. Ora preghiamo Dio perché lo accolga nel suo Regno. Sarà accolto dai santi, da don Bepo e dagli ultimi della terra che lui ha amato e servito, li potrà trovare pace e gioia eterna”.

Originario di Lurano, ordinato sacerdote era entrato da subito nella grande famiglia del Patronato San Vincenzo di don Bepo Vavassori, altra figura splendida della Chiesa di Bergamo. In molti anni aveva creato la Comunità don Milani di Sorisole, dedicata ai minori. Cappellano del carcere, si era messo a disposizione degli ultimi, delle persone sole e senza casa della stazione di Bergamo. Molti i suoi appelli per raccogliere viveri, medicinali, indumenti e coperte in vista dell’inverno, materiale che poi distribuiva ai clochard durante i mesi più freddi.

Negli anni aveva fortemente voluto una mensa per i poveri alla stazione di Bergamo, quel pasto caldo che era – e rimane – la carezza per ogni uomo o donna che solo e abbandonato trovava a Bergamo da parte della Chiesa e dalla comunità civile.

Da sempre accanto agli ultimi, aveva anche accolto le diverse ondate di immigrati, dall’Albania all’Africa fino alla Bolivia, tanto cara ed amata da don Bepo Vavassori.

Chi bussava alla sua porta non restava mai senza un aiuto, una parola di conforto, una indicazione. La Chiesa di Bergamo perde una delle sue figure più carismatiche e care, Bergamo perde lo sguardo attento verso chi rimane indietro: la sua eredità umana e sacerdotale sta proprio nel rileggere la sua vita.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
stefano magnone
Ma state a casa
“Domenica a Bergamo i numeri fan respirare un po”: le tabelle del dottor Magnone
don fausto resmini (foto Rotary di Romano)
Bergamo
Don Fausto Resmini in terapia intensiva all’Humanitas Gavazzeni
crsare ferrari frate indovino (foto Jo Locatelli)
Clusone
Editore, fondatore del Coro Idica, uomo generoso: addio a Cesare Ferrari
dolore lutto cero (foto Eyasu Etsub da Unsplash)
La riflessione
Don Fausto, scintilla in un pagliaio. Come lui i 20 preti della diocesi morti dal 6 marzo
Carabinieri nostra
Sabato
Ghisalba, rapina un giovane e il parroco: preso
Generico maggio 2020
La decisione del ministro
Il carcere di Bergamo intitolato a don Fausto Resmini, il prete degli ultimi stroncato dal Coronavirus
Patronato don’t forget
L'iniziativa
Bergamo “Don’t forget”: il Patronato ricorda ogni giorno una vittima del Covid
don fausto resmini
Mercoledì 23 settembre
Don Fausto Resmini, a 6 mesi dalla morte una messa per ricordarlo
Voci dalla zona rossa, Moroni: “In un libro ho raccolto le testimonianze della pandemia”
L'intervista
Voci dalla zona rossa, Moroni: “In un libro ho raccolto le testimonianze della pandemia”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI