Quantcast
Basket Alto Sebino, addio a due figure storiche: Maurilio Gervasoni e Giacomo Facchinetti - BergamoNews
Il lutto

Basket Alto Sebino, addio a due figure storiche: Maurilio Gervasoni e Giacomo Facchinetti

In questo periodo drammatico, segnato dall'emergenza Coronavirus, si sono spenti l'ex vicepresidente Maurilio Gervasoni e l'ex presidente Giacomo Facchinetti

Il Centro Basket Alto Sebino piange due figure fondamentali della sua storia. In questo periodo drammatico, segnato dall’emergenza Coronavirus, sabato 20 marzo si è spento l’ex vicepresidente Maurilio Gervasoni e l’ex presidente Giacomo Facchinetti.

Maurilio Gervasoni (classe ’41), dopo essere stato fra i protagonisti delle affermazioni della Pallavolo Pisogne, ha ricoperto prima la carica di direttore sportivo e poi di vicepresidente della Pallacanestro Costa Volpino, che ha supportato anche come sponsor. In un comunicato pubblicato sul proprio sito, la società lo ringrazia e porge le più sentite condoglianze alla moglie Alessandra e ai figli Germano, Paola e Dario.

Giacomo Facchinetti (classe ’53) è stato uno dei fondatori della Pallacanestro Costa Volpino e per quasi vent’anni l’ha guidata come presidente: la sua figura è stata determinante per i traguardi raggiunti dalla squadra. Anche negli anni successivi, però, per tutti è rimasto “il Pres”. Sul suo sito la società scrive: “Mai una volta arrabbiato, sempre pronto a dare buoni consigli e distribuire buone parole e tante pacche sulle spalle perché la Società proseguisse nella sua attività nel modo migliore. Grazie di tutto Pres, ora ritroverai Maurilio e potrete riparlare di Pallacanestro e delle tante vittorie ottenute insieme. Rimarrai sempre nei nostri cuori. Alla moglie Elide vanno le nostre più sentite condoglianze”.

L’impegno di Gervasoni e Facchinetti è stato fondamentale per portare Costa Volpino fino alla storica promozione in serie B raggiunta nel 2011.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it