Ente bilateriale del terziario dona apparecchi per la ventilazione assistita al Papa Giovanni - BergamoNews
Bergamo

Ente bilateriale del terziario dona apparecchi per la ventilazione assistita al Papa Giovanni

L’Ente Bilaterale del Terziario di Bergamo - costituito da Ascom Confcommercio Bergamo e dalle Organizzazioni sindacali bergamasche Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil - ha donato quattro apparecchi per la ventilazione assistita di ultima generazione all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

“Un aiuto immediato e concreto – afferma il Presidente dell’ente Enrico Bettia supporto del sistema sanitario e dei sui professionisti con la certezza che saranno di aiuto a salvare vite. Un ringraziamento speciale per aver reso possibile tutto questo ai dottori Gianmario Bortolotti e Isabella Bianchi”.

“Non ci fermiamo qui – continuano i segretari generali dei tre sindacati, Colleoni, Citerio e Regazzoniabbiamo intenzione di acquistare anche un ecografo”.


leggi anche
  • L'appello unanime
    Tutta la politica di Bergamo chiede a Regione e Governo maggiori restrizioni
  • Arginare il coronavirus
    Dalla Valseriana e Val di Scalve un appello: è arrivato il momento di fermarci
  • La decisione
    Troppa gente non resta in casa: l’esercito pattuglierà le strade di Bergamo
  • Bergamo e i suoi morti
    Privi dei riti del commiato, che un po’ ci consolano, come elaboriamo il lutto?
  • Operazione umanitaria
    Hope importa in tempi record 16 ventilatori polmonari destinati anche a Bergamo
  • Bergamo
    Coronavirus, le donazioni all’ospedale Papa Giovanni superano i 10 milioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it