Coronavirus, Gallera: "A Bergamo 5.869, più 715 in un giorno" - BergamoNews
I dati del giorno

Coronavirus, Gallera: “A Bergamo 5.869, più 715 in un giorno”

Tra le province più colpite, Bergamo registra 5.869 positivi, con un aumento di 715 casi; e Brescia 5.028, più 380.

Numeri che non annunciano nulla di buono sul fronte dell’emergenza Coronavirus.

L’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera nel consueto e quotidiano appuntamento nel quale fa il punto della situazione sull’emergenza coronavirus ha rimarcato come Bergamo e la sua provincia sia una delle terre più colpite: finora si contano 5.869 positivi, con un aumento 715 casi rispetto a venerdì 20 marzo.

“Ci avevano detto gli esperti che i giorni più duri sarebbero stati sabato e domenica, il 13° e il 14° giorno dall’introduzione dell’effettiva misura di contenimento, e ahimè avevano ragione. I dati di oggi sono in forte crescita. 25.515 positivi, più 3.251; 8.258 gli ospedalizzati, più 523. In terapia intensiva 1.093 pazienti, con spazi sempre meno capienti. Abbiamo un incremento anche dei guariti: sono 2.139 i pazienti dimessi, guariti clinicamente in attesa della negativizzazione del tampone. Crescono i decessi: 3.095, più 546, questo è il dato che fa più male. Speriamo che tutto quello che stiamo mettendo in campo possa mostrare un rallentamento, speriamo accada a partire da lunedì come indicato dagli esperti. Dobbiamo continuare tutti ad essere diligenti per contenere il contagio”.

“Mattia, il paziente 1, al più tardi lunedì sarà dimesso”. Lo ha annunciato l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera.

L’invito, ancora una volta, è quello di essere “diligenti e rigorosi” nel rispettare le misure che sono state decise dal Governo. “Quello che può fare ogni cittadino – ha sottolineato – è più importante di qualsiasi ordinanza. Ognuno deve vincere la sfida di non contagiare e di contagiarsi. Serve grande determinazione, rimaniamo a casa e dimostriamo che siamo più forti del virus. Non possiamo accettare che il Coronavirus
pieghi ulteriormente nostra economia e il Paese”.

IL GRAZIE A HUAWEI E FASTWEB

Gallera ha quindi ricordato come, ogni giorno, il “mondo produttivo si stia stringendo intorno alla Regione. C’è chi può donare solo pochi euro e lo fa, chi offre cifre più consistenti, chi mette a disposizione la propria professionalità e chi fa gesti ancora più significativi”.

“La bella notizia di oggi – ha spiegato Gallera – è che Huawei, in partnership con Fastweb, ha donato 250 fra tablet e smartphone alle strutture ospedaliere della Lombardia. Saranno a disposizione dei malati che, in questo modo, potranno supplire, seppur virtualmente, alla mancanza dei propri cari. Uno degli aspetti più tristi di questa malattia è proprio la solitudine: i pazienti vengono isolati perché sono infettivi, non hanno il conforto dei parenti e quando muoiono, sono da soli”.

I DATI

Ecco i dati dei contagi odierni e quelli dei giorni precedenti

– i casi positivi sono: 25.515 (+3.251)
– i deceduti: 3.095 (+546)
– i dimessi e in isolamento domiciliare: 13.069 di cui 5.050 con almeno un passaggio in ospedale (anche solo pronto soccorso) e 8.019 persone per le quali non si rileva nessun passaggio in ospedale

– in terapia intensiva 1.093 (+43)
– i ricoverati non in terapia intensiva: 8.258 (+523)
– i tamponi effettuati: 66.730

I casi per provincia con l’aggiornamento rispetto agli ultimi giorni

Bergamo:  5.869 (+715)
Brescia: 5.028 (+380)
Como: 452 (+72)
Cremona: 2.733 (+341)
Lecco: 818 (+142)
Lodi: 1.693 (+96)
Monza e Brianza: 1.084 (+268)
Milano: 4.672 (+868) di cui 1.829 a Milano città (+279)
Mantova: 842 (+119)
Pavia: 1.194 (+89)
Sondrio: 179 (+16)
Varese: 359 (+21)

e 592 in corso di verifica.

leggi anche
  • La risposta
    Coronavirus, all’appello di Regione Lombardia rispondono 1.500 medici volontari
  • La donazione
    Emergenza Coronavirus, l’Ente Bilateriale del Terziario dona 4 ventilatori al Papa Giovanni
  • L'appello unanime
    Tutta la politica di Bergamo chiede a Regione e Governo maggiori restrizioni
  • Arginare il coronavirus
    Dalla Valseriana e Val di Scalve un appello: è arrivato il momento di fermarci
  • La decisione
    Troppa gente non resta in casa: l’esercito pattuglierà le strade di Bergamo
  • Bergamo
    Coronavirus, Informatori scientifici del farmaco donano ossigeno e saturimetri all’Ats
  • L’ordinanza
    Fontana: uffici pubblici e cantieri chiusi da lunedì in Lombardia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it