BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Chimiver

Informazione Pubblicitaria

Coronavirus, Chimiver dona 30mila euro al Papa Giovanni, Ats e Diakonia

Nei giorni scorsi l'azienda ha contribuito alla sanificazione ambientale delle strade effettuata dalla Società Aprica insieme alla Protezione Civile nelle province di Bergamo e Brescia

Chimiver si mobilita per aiutare Bergamo, che sta soffrendo per l’emergenza Coronavirus. Il territorio orobico sta vivendo un periodo molto difficile segnato da numerosi casi di contagio, ricoveri negli ospedali e purtroppo tante vittime.

L’azienda dona 30mila euro che verranno destinati a tre enti: l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’Ats e l’associazione Diakonia. Con questo gesto di solidarietà sosterrà l’iniziativa “Abitare la cura”, finalizzata a identificare e adeguare luoghi di sollievo per accogliere i pazienti dimessi dalle strutture sanitarie che però necessitano ancora di assistenza in modo da liberare immediatamente posti letto per i casi più gravi.

Nei giorni scorsi, poi, Chimiver insieme alle aziende Vitali Spa, Aprica e Protezione Civile ha contribuito alla sanificazione ambientale delle strade nelle province di Bergamo e Brescia gratuitamente.

Inoltre, ha donato molti prodotti per la detergenza alla Croce Rossa Italiana.

Attualmente l’azienda prosegue la sua attività lavorativa istituendo per la maggior parte degli uffici soluzioni di smart working oltre ad adottare tutte le misure prescritte dall’Ats ha applicato due turni di sei ore per diminuire la presenza nei reparti di produzione.

Guidata da Oscar e Nevio Panseri, Chimiver è azienda leader mondiale nella produzione di prodotti per la posa ed incollaggio nonchè la finitura e la detergenza di tutti i tipi di superficie.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.