BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I Carabinieri piangono l’appuntato Polzoni, morto a 46 anni per Covid: “Eroe invisibile”

Era in servizio alla centrale di via delle Valli, dove rispondeva al 112. Lascia moglie e figlia di 10 anni. Il cordoglio dei vertici nazionali dell'Arma

“Claudio lascia il ricordo degli uomini invisibili, ma in grado di cambiare la vita delle persone attraverso pochi istanti”. E’ uno dei passaggi del messaggio con cui i rappresentati nazionali dell’Arma hanno ricordato Claudio Polzoni, appuntato scelto di 46 anni, primo deceduto per Coronavirus tra le forze dell’ordine che operano a Bergamo.

Polzoni, in forza da anni alla centrale operativa del comando provinciale di via delle Valli, si è spento nella tarda serata di giovedì al policlinico di San Donato Milanese dove era ricoverato in terapia intensiva da una settimana. L’ultima volta che aveva prestato servizio era stato il 29 febbraio, poi aveva iniziato a sentirsi male. Polmonite, difficoltà respiratoria e febbre alta: i sintomi ormai noti del Covid 19.

Visto l’aggravarsi delle sue condizioni, venerdì 13 marzo il 46enne era stato trasportato in ambulanza al policlinico San Donato dove era stato intubato. Nonostante il ricovero e le cure dei medici, però, il suo quadro clinico aveva avuto un costante peggioramento. Fino al tragico epilogo di giovedì sera.

Polzoni lascia nel dolore la moglie e una figlia di 10 anni. La notizia è stata accolta con profondo sgomento tra i colleghi di Bergamo, dove Claudio era benvoluto e stimato da tutti.

L’appuntato scelto è stato ricordato dai vertici nazionali dell’Arma con un post sulla pagina Facebook ufficiale:

Polzoni non è il primo carabiniere morto in Italia  per Covid 19. Giovedì a La Spezia si era spento il maresciallo Massimiliano Maggi, 53 anni, sposato e con due figli di 22 e 16 anni.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.