Il supporto

Nell’ospedale da campo alla Fiera oltre 300 pazienti, anche da terapia sub-intensiva

Nell'ospedale da campo opereranno circa cento persone al giorno, tra personale sanitario dell'Ana in arrivo anche da fuori provincia, degli ospedali bergamaschi, personale tecnico e alcuni medici cinesi.

Sergio Rizzini, direttore generale della Sanità dell’Associazione Nazionale Alpini, è di fretta nel tardo pomeriggio di martedì: “Ho solo qualche minuto, abbiamo parecchie cose da definire nelle prossime ore”.

Quelle “prossime ore”, effettivamente, erano le prime di lavoro per arrivare a schierare l’ospedale da campo dell’Ana all’interno dell’area della Fiera di Bergamo: la più importante struttura sanitaria campale a livello europeo, una volta pronta, metterà a disposizione del territorio bergamasco tra i 300 e i 400 posti letto, per dare respiro alle strutture ospedaliere vicine al collasso a causa dell’emergenza Coronavirus.

Qualche ora più tardi l’annuncio dato da Bergamonews (QUI) anche il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli conferma: “A Bergamo schiereremo l’ospedale da campo dell’Associazione Nazionale Alpini: rispondiamo così a una precisa richiesta di Regione Lombardia”.

Gli ampi spazi della Fiera consentiranno un’ottima organizzazione, anche se servirà adattarli a precise esigenze mediche: al suo interno troveranno posto il cosiddetto “Ospedale Leggero” e buona parte di quello “Maggiore”.

“Dispiegheremo qualcosa di straordinario – spiega Rizzini – Ospiteremo i pazienti che si sono lasciati alle spalle la fase critica e la terapia intensiva, in via di dimissione ma che necessitano ancora di assistenza medica. Avremo a disposizioni zone comuni molto ampie e 24 camerette a 4 letti. I pazienti in via di guarigione saranno sistemati in grandi tendoni. I tempi? Noi in massimo tre giorni siamo pronti con le nostre dotazioni. Però dobbiamo installare tutto l’impianto per l’erogazione dell’ossigeno e installare shelter per bagni e docce: interventi che richiedono tempi leggermente più lunghi ma se arrivano entro il fine settimana allora saremo operativi nel fine settimana”.

Nell’ospedale da campo opereranno circa cento persone al giorno, tra personale sanitario dell’Ana in arrivo anche da fuori provincia, degli ospedali bergamaschi, personale tecnico e alcuni medici cinesi.

Alla Fiera arriveranno anche pazienti che richiedono interventi di terapia sub intensiva e per loro ci saranno tutte le attrezzature del caso, tra i quali anche un centinaio circa degli ormai famosi caschi C-Pap che supportano la respirazione.

Un modo per liberare velocemente posti letto negli ospedali, continuando comunque a garantire la necessaria assistenza medica ai pazienti.

L’ospedale da campo, che ha sede stanziale poco distante dalla Fiera, al 3° reggimento Sostegno Aviazione dell’Esercito “Aquila” di Orio al Serio, torna ad operare in una situazione di grande emergenza proprio a Bergamo, dove ha visto la luce.

L’idea, infatti, nasce nel 1976 da alcuni medici e infermieri dell’Ospedale Maggiore di Bergamo durante la catastrofe del terremoto in Friuli: in quell’occasione si accorsero di quanto sarebbe stato importante poter contare su un’organizzazione sanitaria adeguata alle esigenze di una grande calamità.

La presentazione, poi, nel 1986 durante l’Adunata Nazionale Alpina a Bergamo e l’anno successivo il debutto in Val Brembana durante l’alluvione.

Decine e decine le missioni in cui è stato impiegato, in Italia e nel Mondo: ora torna a schierarsi a Bergamo, il territorio più colpito dal contagio da Covid-19 nel nostro Paese.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
ospedale da campo
Gli interventi
Bergamo, ospedale da campo alla Fiera: c’è il via libera, si allestisce
giorgio merletti coronavirus vittima
Il ricordo di forza italia
Addio all’ex sindaco di Clusone Merletti: “Porteremo nel cuore il suo esempio”
Silvio Garattini
L'intervista
Coronavirus, Garattini: “Il picco previsto domenica, presto risultati sul farmaco anti artrite”
ortobellina
Gorlago
Coronavirus, Ortobellina tutela i dipendenti con una assicurazione
attilio fontana nostra
Emergenza coronavirus
Da Fontana l’appello a medici e infermieri in pensione: “Tornate e dateci una mano”
ospedale da campo
Emergenza coronavirus
Ivs, il summit delle valvole industriali raccoglie materiale sanitario per l’ospedale da campo Ana
ospedale da campo gallera
Emergenza coronavirus
Ospedale da campo in fiera, Gallera: “Nessun dietrofront, ma servono medici”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI