San paolo d'argon

Coronavirus, dalla Boost copertura assicurativa per tutti i dipendenti in caso di contagio

I dipendenti della Boost Spa, che ha sede a San Paolo d'Argon, vogliono ringraziare la loro azienda, nella persona di Marzio Carrara per i provvedimenti assunti

I dipendenti della Boost Spa, che ha sede a San Paolo d’Argon, vogliono ringraziare la loro azienda, nella persona di Marzio Carrara per i provvedimenti assunti per l’emergenza Coronavirus.

La Boost, spiega Marzio Carrara in una lettera ai mille lavoratori “ha pensato di fare cosa gradita nel sottoscrivere una polizza per la protezione economica e la copertura assicurativa in caso di contagio da Coronavirus: in aggiunta alle misure già messe in atto per tutelare ancora di più tutto il personale in un contesto eccezionale come quello attuale, Boost Spa ha sottoscritto in favore di tutti i dipendenti e collaboratori una copertura assicurativa che si articola in un’indennità in caso di ricovero causato da infezione, un’indennità da convalescenza ed un pacchetto d’assistenza post ricovero per gestire al meglio il recupero della salute e la gestione familiare. Nella speranza di non doverne mai farne uso, abbiamo comunque preferito tutelare ognuno di Voi”

La Boost spa è nata dalla fusione di Johnson e Lediberg, che da sempre rappresentano l’eccellenza italiana nella produzione di agende e notebook e che per anni si sono contese il primato nel settore.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Generico luglio 2021
Chiesto il concordato in bianco
Gruppo Boost, l’attività prosegue: confermate le ferie già autorizzate
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI