Berlusconi dona 10 milioni alla Regione per realizzare l'ospedale in Fiera a Milano - BergamoNews
Coronavirus

Berlusconi dona 10 milioni alla Regione per realizzare l’ospedale in Fiera a Milano

Il leader di Forza Italia li ha messi a disposizione di Regione Lombardia "per il reparto di terapia intensiva da 400 posti".

Dieci milioni di euro per trasformare temporaneamente la Fiera di Milano in un maxi reparto di terapia intensiva da 400 posti: sono quelli messi a disposizione da Silvio Berlusconi, come riferisce una nota di Forza Italia.

Una somma “a disposizione di Regione Lombardia”, utile “eventualmente, per altre emergenze”.

Proprio lunedì il presidente della Regione Attilio Fontana ha effettuato un sopralluogo insieme al commissario straordinario Guido Bertolaso, nei padiglioni dove sarà allestito l’ospedale covid-19.

Non posso, ancora una volta e dal profondo del cuore, non rivolgere un fervido e commosso ringraziamento agli eroi civili – ha scritto Berlusconi su Twitter -: abbiamo chiesto al governo di prevedere per loro un sostegno molto più elevato come ricompensa per il lavoro straordinario che stanno svolgendo”.

leggi anche
  • La richiesta
    Coronavirus, Slp Cisl: “Poste chiuda tutti gli uffici in Bergamasca”
    Poste Italiane
  • Dalmine
    Coronavirus, Tenaris realizza a tempo record le bombole per ossigeno Siad
    tenaris dalmine
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it